Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior reporter, BABBO NATALE è IN PERICOLO, 2° puntata

Junior reporter, BABBO NATALE è IN PERICOLO, 2° puntata

Stampa

Margherita ci racconta di Babbo Natale che affronta draghi e magie per riuscire a consegnare i regali a tutti i bambini (la prima puntata è stata pubblicata ieri e la terza sarà pubblicata domani)

Mi avvicino alla prima gabbia in cui sono prigioniere le renne e vedo che è stata chiusa con una grossa chiave di bronzo, vado avanti, la seconda è stata chiusa con una chiave di ferro, anche questa molto grossa ma anche larga, la terza è stata chiusa con una chiave molto fine e lunga d’argento, l’ultima è stata chiusa da una minuscola chiave d’oro: tutte scomparse.

Lo so perché sono esperto in queste cose. Sull’ultima maniglia trovo questo biglietto: “Ti avevo avvertito: ora pagherai per questo e conoscerai la mia ira! Buona fortuna. Firma X”.

alamy/Ipa

Senza i miei elfi e le mie renne mi sento solo e moooolto, ma moooolto, ma moooltisssimooo indifeso! Mi giro e vedo dei luccichii nella neve: sono le chiavi! Mi avvicino piano piano sono quasi arrivato a loro quando qualche cosa davanti a me mi spruzza dell’inchiostro nero e denso negli occhi che cominciano a bruciare. Quando finisce l’effetto dell’inchiostro, dopo una mezz’ora, mi guardo intorno velocemente ed emetto un gemito. Le chiavi non ci sono più e al loro posto c’è un biglietto che dice così:

“Scendi con l’ascensore”.

Alzo lo sguardo e capisco che peggio di così non può andare… o sì? Davanti a me si è costruita come per magia una grotta scura. Sto entrando nella grotta quando mi accorgo che ci sono due modi per scendere o salire: le scale e l’ascensore. Entro nell’ascensore, dovete sapere che sono un vero pigrone, e mi accorgo che ci sono due pulsanti: Scendere e Salire. Premo il pulsante Scendere e in un lampo mi ritrovo catapultato giù, alla fine delle scale. Fa molto caldo quaggiù, anzi fa caldissimo! Mi tolgo: il berretto, la giacca, la cintura, gli stivali e i pantaloni. Meglio non dirvi cosa c’è disegnato sulle mie mutande!

Comunque avanzo piano sudando, mi tolgo gli occhiali perché si stanno appannando, arrivo ad una porta, la apro e non credo ai miei occhi: un drago rosso fuoco mi sta guardando con i suoi occhi gialli e minacciosi. Il drago è massiccio e muscoloso, abbastanza basso e molto largo. Mi lancio contro la sua zampa destra, lui cerca di darmi fuoco, ma con mio grande sollievo colpisce la sua zampa che prende fuoco ed io intanto scappo! Arrivo a una porta dall’altra parte della sala, la apro velocemente e la richiudo con la stessa velocità.

alamy/Ipa

Dopo un pochino mi accorgo di essere in una piccolissima stanza dove, al centro, c’è un tavolino rotondo con sopra una chiave di bronzo molto grossa: la prima chiave! Solo ora mi accorgo che fa molto freddo, anzi fa freddissimo!

Mi rimetto velocemente tutto quello che mi ero tolto, anche gli occhiali, ma mi rendo conto che sono ghiacciati! Mi avvicino alla porta di quella stanza la apro e…. un drago alto, magro e spaventoso mi fissa con i suoi occhi gelidi.

La prima puntata è stata pubblicata ieri e la terza sarà pubblicata domani.

 

Margherita V.

11 anni