Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itJunior reporter newsIl giornalino delle classi: 5ªC Istituto Comprensivo Via Giuseppe Messina di Roma

Il giornalino delle classi: 5ªC Istituto Comprensivo Via Giuseppe Messina di Roma

Stampa
Il giornalino delle classi: 5ªC Istituto Comprensivo Via Giuseppe Messina di Roma
Shutterstock

I bellissimi articoli realizzati dai giornalisti in erba della 5ªC Istituto Comprensivo Via Giuseppe Messina di Roma

Passione danza

Ciao Focus Junior io sono Eleonora, ho 10 anni, vivo a Roma e ho un bellissimo gatto di nome Brody. Vi volevo parlare del mio sport: danza moderna. Per alcune persone può sembrare uno sport brutto e magari monotono, per altre persone, invece, questo sport è meraviglioso. Per me è bellissimo! A me piace perché impari a fare movimenti strani con il tuo e ci provi così tante volete fiano a quando non ti vengono bene. È uno sport che ti libera la mente, e poi mi piace perché si balla.

Per me ballare è SUPER BELLO!

Eleonora Pecchioli 

Il parco dei mostri

Il parco dei mostri è situato a Bomarzo, in provincia di Viterbo. Nel parco si trovano varie sculture di roccia (molto grandi aggiungerei!) Una scultura situata nel parco è la Casa Inclinata. Ma volete sapere la storia? Allora, è una casa inclinata e per entrarci bisogna avere molto coraggio perché, camminando sul pavimento, ti gira la testa. Voi lo avreste? Ancora più coraggio ci vuole per entrare dentro la bocca dell’ORCO, che è davvero spaventosa. Gridandoci dentro si sente un rimbombo molto forte…

Ma ci sono anche tante altre tantissime sculture da scoprire per vivere una divertente avventura!

Ginevra Biferi

Il mio pesce combattente: toro 

Il pesce combattente o pesce siamese combattente è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Osphronemidae. Si chiama "combattente" per il suo atteggiamento aggressivo

Un giorno mia madre comprò questo pesce ”Il pesce combattente” e lo ha chiamato "Toro"! Lo abbiamo subito messo nella teca. Dopo qualche giorno, papà, ha messo delle piante che potevano ricreare l’atmosfera del suo habitat naturale.

Dopo un po ’di giorni, abbiamo provato a mettergli uno specchietto davanti e abbiamo potuto verificare la sua natura combattiva, perché si è gonfiato tutto pensando di aver di fronte un altro pesce maschio ed era pronto ad aggredire.

Poi quando siamo partiti per la montagna lo abbiamo lasciato in affidamento alla nostra vicina di casa e quando siamo tornati non c’era più: era morto perché la nostra vicina le aveva dato troppo cibo!
Così finì la corta ma bella vita di Toro il pesce combattente.

Spidalieri Nicola

Spuntino... Con i gatti!

Se avete capito che si mangiano i gatti, vi state sbagliando! Infatti qui vi voglio parlare dei Neko Cafe, dove ad accogliervi non saranno i camerieri e il barista, ma degli adorabili e carinissimi… gatti!!

Qui vi sentirete come a casa: seduti su dei comodi divanetti, potrete leggere un libro o prendere qualcosa da mangiare o da bere, mentre coccolate i gatti che si aggirano per il bar! Questi luoghi sono molto diffusi non solo in Giappone, ma adesso anche in Italia se ne trovano moltissimi, come il Crazy Cat Cafe a Milano e il Romeow Cat Bistrot a Roma.

Viola Potente

Curiosità sugli starnuti

  • Lo starnuto è un riflesso automatico il cui processo, se iniziato, non si può interrompere.
  • Lo starnuto protegge il nostro corpo, infatti, attraverso esso espelliamo batteri e altri agenti esterni che possono danneggiare la nostra salute.
  • Quando si fanno gli starnuti è impossibile tenere aperti gli occhi in quanto si tratta di un  riflesso automatico che coinvolge molti muscoli, tra i quali quelli dello sbattimento degli occhi.
  • Tenere gli occhi aperti mentre si starnutisce, è un gesto contro natura che potrebbe far uscire gli occhi dalle orbite.
  • Bisogna sempre evitare di trattenere lo starnuto soprattutto otturando il naso perché, potrebbe causare la rottura del timpano all’interno dell’orecchio.
  • Se starnutiamo troppo forte rischiamo di romperci una costola e se invece teniamo per troppo tempo uno starnuto si potrebbe rompere una vena.
  • Ogni starnuto produce circa 40.000 goccioline, che viaggiano a una velocità di 160/300 Km/h, praticamente più veloci di un’auto.
  • Nel mondo si usa rispondere allo starnuto in diversi modi, in Italia si risponde dicendo “salute”, in Spagna “Jesus”, in sud America si risponde all’italiana, dicendo “salute”; Gli inglesi rispondono “bless” che significa “benedici”, mentre in Russia rispondono “sii sano”.
  • Sia nell’antica Grecia che nell’antica Roma, lo starnuto veniva considerato un segno di buon auspicio.

Giulia Del Buono 

I cavalli possono vomitare?

Sembrerà strano, ma i cavalli non vomitano perché, a differenza dagli altri erbivori, hanno un solo stomaco. Ma il motivo per cui il cibo non può essere rigurgitato è dovuto al cardias, una valvola muscolare tra esofago e stomaco, la quale non permette al cibo di risalire.

8 curiosità sul corpo umano

  • L’unghia che cresce più velocemente è quella del dito medio. Ok, ma del medio destro o del sinistro? Precisamente quella del dito della mano che usate di più! Inoltre la velocità di crescita delle unghie è legata alla lunghezza delle dita.
  • Le unghie delle dita delle mani crescono 4 volte più in fretta di quelle dei piedi.
  • In ogni centimetro quadrato della nostra pelle ci sono tanti peli quanti in un centimetro quadrato di pelle di uno scimpanzé. La differenza è che i peli umani sono meno spessi e più chiari: per questo non sembriamo tutti delle scimmie!
  • Le ossa umane sono più dure di molti tipi di acciaio.
  • Per fare un passo vengono messi in azione 200 muscoli.
  • Gli starnuti producono aria che esce dalla nostra bocca a una velocità che può raggiungere anche i 160 km/h!
  • I colpi di tosse possono raggiungere la velocità di 96 km/h
  • Normalmente, in media battiamo le ciglia circa 13 volte al minuto. Escludendo le classiche 8 ore di sonno vuol dire che, ogni giorno, battiamo le ciglia circa 12.500 volte! Il numero di battiti di ciglia varia da persona a persona (le donne battono le ciglia due volte più degli uomini) e dipende da ciò che si sta facendo (e spesso si tratta di movimenti quasi impercettibili). Si va dalle oltre 20 volte di ciglia sbattute mentre si conversa alle appena 5 volte al minuto di quando siamo davanti al computer.

Nicolò Gemelli

Record Personali

Ciao Focus Junior!! Sono Viola, da Roma, e vi vorrei mandare il mio record: sono riuscita a nuotare per 25 m, a stile libero e senza pinne, trattenendo il fiato! Sono riuscita a fare la stessa cosa pure con le pinne. Spero che il mio record vi sia piaciuto. Un saluto da Viola!
Viola Potente Classe

Ciao Focus Junior sono Margherita e vi racconto il mio piccolo record personale: IO SONO RIUSCITA A TRATTENERE IL FIATO PER 36.79 secondi.
Margherita Sacco 5C

Le barzellette

  • UNA BANANA CHIEDE al cetriolino :” PERCHE’ POMODORO NON ATTRAVERSA LA STRADA?” CETRIOLINO RISPONDE: “PERCHE’ è ROSSO! “ .
  • UN PINGUINO DICE A UN ORSO POLARE: “PERCHE’ NON MI VUOI DIRE LA SUPER NOTIZIA? “L’ ORSO POLARE:” PERCHE’ NON VOLEVO ROMPERE IL GHIACCIO! “.
  • UN PROSCIUTTO CRUDO CHIEDE A UN COTTO: “TI VEDO STANCO! IL PROSCIUTTO COTTO: “SI SONO COTTO! ORA VADO ALL’ ETTO!”

Margherita Sacco

Guinnes World Record più strani

Conoscete il Guinness World Record? Sapete quali sono i 5 Record più strambi? Roba da non credere!

  • In cima alla lista c’è Ashrita Furman che ha ben 90 record. Tra i primi posti c’è il percorso all’indietro più lungo in bicicletta, il maggior numero di salti con la corda sott’acqua e il più alto numero di angurie tagliate sul suo stomaco (26!).
  • Un altro record davvero curioso è del 18 giugno 2017 perché è stato realizzato da un gatto. Malesia Bibi, un gatto domestico, ha vinto la medaglia del primo posto tenendo il maggior numero di dadi su una zampa completamente immobile (10).
  • Il terzo tra i 5 record più assurdi lo ha vinto un inglese: Ash Randall, mentre aspettava il suo aereo a Cardiff, salì sul tetto di una macchina parcheggiata e tenne il suo pallone da calcio sotto la pianta del piede per 93 secondi.
  • Al quarto posto c’è l’austriaco Marco Hort: ha infilato in bocca nello stesso momento 259 cannucce.
  • Infine al quinto posto si classifica il tedesco André Ortolf che ha bevuto in 17,53 secondi una bottiglia di ketchup da 396 grammi.

Valerio Milioni

CATEGORY: 1