Donna Moderna
FocusJunior.it > Interviste > Intervista a Michele Sergianni: “Mi piace raccontare l’amore a modo mio”

Intervista a Michele Sergianni: “Mi piace raccontare l’amore a modo mio”

Stampa

Giovane, appassionato e con un amore inesauribile per la musica. Conosciamo meglio Michele Sergianni e il suo ultimo singolo estivo "Giramor", in uscita a giugno.

Michele Sergianni ha 19 anni, ma la musica fa parte della sua vita da quando ne aveva appena sette. Oggi Michele sta realizzando il suo primo album, ma il singolo Giramor sta già impazzando in radio e su YouTube.

Siete pronti a conoscerlo meglio?

 

Il tuo è stato un approccio molto precoce con il mondo della musica. È stato amore a "prima vista"?

«Sono stato attirato dalla musica sin da piccolo, un'attrazione inevitabile avendo ereditato lo stesso DNA dei miei genitori. Avevo 7 anni quando me ne sono innamorato. Mi ricordo le prime lezioni da Tatiana ( diplomata al conservatorio di Mosca) e poi mi sono iscritto al conservatorio di Santa Cecilia, a Roma» .

 

Hai subito capito che la musica sarebbe stata la tua vita?

«Ho subito capito che la musica avrebbe occupato gran parte della mia vita, Non posso farne a meno, quindi mi sono subito reso conto del valore che ha per me».

«Musica? non posso farne a meno!»

Hai frequentato il Conservatorio. Quanti strumenti suoni e qual è il tuo genere musicale preferito?

«Il mio strumento principale è il pianoforte, attualmente però mi sto approcciando anche alla chitarra strumento che mi affascina molto. Generi musicali? Non ho preferenze particolari amo la musica a tutto tondo».

 

Quali sono state le esperienze musicali che più ti hanno influenzato?

«Le “Jam Session” di sicuro mi hanno sempre trasmesso un energia pazzesca, anche perché si crea una fusione di suoni e ritmi unici che fa nascere una condivisione spontanea e spesso anche piacevole se vissuta con creatività».

 

Quando hai iniziato a scrivere canzoni?

«Appena ho capito che musica e parole, insieme, potevano comunicare. La prima ispirazione vera e propria però, risale alle prime emozioni vissute, avevo 16 anni quando ho conosciuto Davide Fraraccio e con lui ho iniziato a scrivere , comporre e arrangiare i miei brani».

 

Esiste un tema cui sei particolarmente legato e che vorresti trasmettere con la tua musica?

«Di sicuro “l’Amore”, è sempre più difficile manifestare e ascoltare i propri sentimenti quindi mi piace raccontare l’amore a modo mio. Come Giramor per me è un inno all’amore...»

Parlaci di Giramor, la tua ultima hit "estiva". Come è nata? Che atmosfere vuole evocare?

«Giramor è nata in un pomeriggio di primavera nella mia sala prove, eravamo con Davide Fraraccio, che poi è diventato mio fedele collaboratore artistico, abbiamo iniziato a suonare chitarra e pianoforte e magicamente in poche ore avevamo già la stesura del testo e della musica di Giramor. È QUANTO DI BELLO ACCOMUNA L'AMORE» .

 

Che cosa ti aspetti dal futuro?

«Penso sempre al mio Futuro artistico, anche se cerco sempre di rimanere con i piedi per terra, di sicuro la musica è la mia vita e sarà sempre protagonista e sarà la mia principale professione».

 

A chi ti ispiri?

«Di solito all’istinto e a tutte le situazioni che mi attraggono, non ho un modello Artistico in particolare anche se, mi contamina un po' tutto».

«La musica sarà sempre la mia professione»

Chi è il tuo cantante preferito?

«Non amo esprimere o consigliare delle preferenze musicali anche perché amo la musica in generale, però devo dire che mi è piaciuto molto l’ultimo album di Ed Sheeran» .

 

Che cosa pensi di YouTube? Hai un canale?

«Si ho un canale YouTube e tanti altri social che curo con il mio staff. È un canale importate di comunicazione ed è il primo ad essere seguito» .

 

Quanto sei social?

«Ci stiamo dirigendo verso una nuova realtà musicale, dove i Social e le piattaforme digitali stanno creando un rinnovamento generale, di conseguenza bisogna essere Social»!

 

ASCOLTA GIRAMOR, LA HIT DELL'ESTATE TARGATA MICHELE SERGIANNI

ULTIME NEWS