Donna Moderna
FocusJunior.it > Interviste > Intervista a Alessandro Borghese

Intervista a Alessandro Borghese

Stampa

Alessandro Borghese, chef di Junior MasterChef Italia e 4 ristoranti, risponde alle domande dei piccoli redattori di Focus Junior.

Abbiamo appuntamento con Alessandro alle 11 negli studi di Sky, ma Daniele e Matteo arrivano 20 minuti prima, non si sa mai: in effetti l’edificio
è talmente grande che ci si può perdere facilmente. Una volta entrati, con il badge degli ospiti al collo, veniamo accompagnati nello studio dove viene registrata la sua trasmissione, Ale contro tutti, che assomiglia a una... cucina, anzi lo è per davvero! Al posto dei lampadari, però, ci sono i riflettori e, in mancanza di finestre, l’aria condizionata è al massimo, «per via degli odori» ci spiega un tecnico. A noi però il profumo di piatti prelibati piace parecchio, e non vediamo l’ora di incontrare Alessandro. Infatti, poco dopo, ecco che fa “cucù” dalla porta dello studio e si siede sul piano da cucina, pronto a essere “cucinato“ per benino dalle nostre domande.

Andrea Pavesi

Perché dobbiamo mangiare le verdure (non vale rispondere “perché fanno bene”)?
«Perché le cucino io! E me le mangio anche, se non fate in fretta!».

 

Qual è il tuo piatto preferito?
«Spaghetti pomodoro e basilico con tantissimo parmigiano sopra, pollo arrosto con crosta croccante, pizza rigorosamente take away: quando tornano stanchi dal lavoro, anche i cuochi ricorrono alla pizzeria
sotto casa!».

 

Se dovessi andare su un’isola deserta quale cibo ti porteresti?
«Un bel pezzo di cioccolata e uno di parmigiano, senza mischiarli però... li mangerei a turno!».

 

E quello più schifoso che tu abbia mai mangiato?
«Un frutto che puzza tantissimo: sa di piedi. È una bomba nucleare di puzzette all’interno di un frutto. Quando poi ho preso coraggio mi è piaciuto, ma l’odore era davvero disgustoso».

Andrea Pavesi

Da piccolo facevi anche tu i capricci per mangiare qualcosa che non ti piaceva?
«Il fegato alla piastra. Mia mamma me lo propinava sempre perché conteneva tanto ferro. Mi diceva: “mangia e ingoia”. Ma qualche boccone finiva di nascosto nel fazzoletto. Adesso invece mi piace».

 

Cosa volevi fare da grande?
«Il pilota di moto o l’archeologo. Solo che quando scavavo in giardino non trovavo mai niente, e le gare di moto mi sono accontentato di vederle in tv».

Cosa fai quando non cucini?
«Vado in moto, ascolto musica rock e... cucino, in particolare per mia figlia: passati di verdure, brodo vegetale, carne al vapore... e non fate quella faccia: è piccola!».

 

A cena con... quale vip?
Valentino Rossi e Bruce Springsteen.

Noi Valentino Rossi l’abbiamo intervistato...
«La prossima volta vengo

 

Mangiare bene

Secondo Alessandro Borghese la colazione è il pasto più importante e deve essere «bella consistente, per darvi la carica di tutta la giornata. Io per esempio mangio cereali all’inglese, cioè con uvetta e fiocchi d’avena, yogurt magro, spremuta d’arancia... E mica mi fermo... Vado avanti? Un cornetto... E già che ci sono vi dò qualche consiglio per gli altri pasti: per pranzo è sempre utile consumare un carboidrato, cioè pasta o pane, e a cena è meglio stare leggeri, con carne, verdure e tanta frutta».

 

E... i dolci non si possono mangiare?
«Sì, io sono molto goloso!». 

 

Andrea Pavesi

Da piccolo

Alessandro ha ereditato la passione per la cucina da suo padre, che aiutava fin da quando era bambino.

Inventavi anche tu ricette tue come faccio io? chiede Daniele.

«Certo, soprattutto torte, tipi di pasta fatti in casa, biscotti... Diventato più grande, invitavo gli amici a casa e cucinavo per loro». Ecco perché è così a suo agio tra i fornelli

 

Anche a voi piace sbizzarrirvi e “sporcarvi” in cucina? Sul suo sito ci sono tante ricette da fare insieme ai genitori: www.alessandro borghese.it

ULTIME NEWS