Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itIniziative e eventiUn pomeriggio alla Bebe Vio Academy

Un pomeriggio alla Bebe Vio Academy

Stampa

Assieme ai junior reporter abbiamo trascorso un pomeriggio alla Bebe Vio Academy, dove si impara che lo sport è per tutti!

Che pomeriggio quello trascorso alla Bebe Vio Academy! I junior reporter si sono allenati con ragazzi con e senza disabilità fisiche, già iscritti alla prima accademia italiana di attività multi-sportive, il cui obiettivo è quello di promuovere lo sport e renderlo accessibile a tutti.

Che cos’è la Bebe Vio Academy?

Si tratta di un programma di sport inclusivo aperto a bambini e ragazzi dai sei ai 18 anni, con e senza disabilità fisiche, che desiderano avvicinarsi allo sport paralimpico e praticarlo per tutto l’anno.

LE DISCIPLINE INCLUSE NEL PROGETTO SONO 5:

  1. scherma in carrozzina
  2. sitting volley
  3. basket in carrozzina
  4. atletica paralimpica
  5. calcio 

 

Palla al centro, si parte!

È bastato che il coach tirasse una palla al centro e nessuno si è reso più conto di chi avesse una disabilità e di non la avesse. I ragazzi tutti insieme pensavano solo a giocare e a divertirsi.

«Mentre giocavo a sitting-volley con i ragazzi disabili mi sono sentito integrato nel gruppo: non ho avvertito differenze. Avevamo voglia di giocare, vincere e divertirci tutti insieme» racconta Valentino, uno tra sette junior reporter che ha partecipato all’Academy sportiva di Bebe Vio, realizzata insieme a Nike e Associazione art4sport ONLUS.

 

GLI ALTRI COMMENTI DEI JUNIOR REPORTER

Thomas, Virginia Stella, Valentino, Rachele, Gaia, Olga e Beatrice sono i sette junior reporter che hanno partecipato alle attività della Bebe Vio Academy. Oltre a quelle di Valentino anche gli altri ragazzi hanno voluto esprimere le loro impressioni. Dopo la partita a sitting-volley Beatrice ha raccontato «All’inizio della partita mi sentivo “diversa”, ma durante il gioco ho capito che siamo tutti uguali». Invece, dopo la partita di basket in carrozzina, Virginia Stella che ha tentato in tutti modi fare di fare canestro, ci ha rivelato «È stato bello ma molto impegnativo: muoversi con delle limitazioni non è facile».

Dalla scherma in carrozzina, passando al calcio amputati fino all’atletica paralimpica

Il coach dà le indicazioni per iniziare la gara di scherma,  Olga è impegnatissima a seguire i movimenti corretti, ma ci ha tenuto a precisare «Durante la prova di scherma in carrozzina ho pensato alle difficoltà che affronta una persona con disabilità». Anche Rachele durante una pausa degli allenamenti per la partita di calcio amputati, si avvicina e commenta «Mi è piaciuto provare tutte le discipline, mi sto divertendo perché imparo a muovermi in maniera diversa».

Eccoli che arrivano di corsa! I ragazzi stanno facendo gli allenamenti di atletica paralimpica con il percorso a ostacoli.

Wow, che figata! Ebbene sì, Bebe, ho preso in prestito una tua battuta!

Ti è venuta voglia di iscriverti? Non aspettare il secondo slot di allenamento inizierà il 2 febbraio 2023 e terminerà il 1 giugno.
info su www.bebevio.com

CATEGORY: 1