Donna Moderna
FocusJunior.it > Iniziative e eventi > Soap Kayak Race: la gara con le canoe di cartone apre ai più giovani!

Soap Kayak Race: la gara con le canoe di cartone apre ai più giovani!

Stampa
Soap Kayak Race: la gara con le canoe di cartone apre ai più giovani!
Soap Kayak Race

Domenica 9 giugno si terrà la 24esima edizione della sfida goliardica tra canoe di cartone sul fiume Adda. Quest'anno, spazio anche ai più piccoli, con la Soap Kayak Race Kids. E Focus Junior potrebbe riservarvi un posto...

C'è qualcosa di più divertente di costruire con le proprie mani una canoa e lanciarsi tra i flutti per tagliare il traguardo prima che l'imbarcazione affondi? Bhe, per saperlo bisogna vivere la Soap Kayak Race, la divertentissima gara tra canoe di cartone che da quest'anno riserverà uno spazio anche ai ragazzi

Nel 2019 infatti, la 24esima edizione della competizione goliardica sarà arricchita con la Soap Kayak Race KIDS, una sfida con lo stesso regolamento dei "grandi" e che si svolgerà sul fiume Adda nello splendido scenario del Parco Adda Nord ad Imbersago domenica 9 giugno.

DI CHE SI TRATTA?

La sfida, dal carattere puramente amatoriale, vuole soprattutto far trascorrere a partecipanti e organizzatori una giornata spensierata all'insegna dello svago, delle risate e del contatto con la Natura.

Ideatore dell'evento è stato Riccardo Mandelli (cresciuto con la passione e il mito di Mac Gyver), il quale tanti anni fa decise riprendere un vecchio passatempo in voga già all'inizio del'900 con cui i ragazzini d'estate si divertivano a costruire delle piccole imbarcazioni riciclando quei pochi materiali che si avevano a disposizione.

Così nacque la Soap Kayak Race!

COME FUNZIONA LA SOAP KAYAK RACE KIDS?

Gran parte del divertimento risiede nel costruire da soli la propria barca, ingegnandosi per ricavare da pochi pezzi di cartone ondulato e nastro da pacchi un modo per consentire ai naviganti di rimanere a galla il più a lungo possibile.

Le squadre partecipanti infatti devono costruire in due ore di tempo la loro canoa biposto, sfruttando ulteriori 30 minuti per "abbellire" l'imbarcazione (ma è facoltativo, solo per i più creativi). Nel pomeriggio poi si dà il via alla gara in acqua "Kayak Race" lungo un percorso prestabilito di qualche centinaio di metri.

Tutti possono aiutare a costruire la canoa di cartone, ma alla gara in acqua partecipano solo una coppia composta da padre/madre con figlio o figlia nati nelle annate 2006-2007-2008.

Il team Vincitore, oltre ad alzare il mitico trofeo della Soap Kayak Race, grazie ad Extreme Waves riceverà la possibilità di fare una discesa in rafting in Trentino lungo il fiume Noce, meta dei campionati mondiali di canoa.

COME PARTECIPARE 

Sia gli adulti interessati alla Soap Kayak Race tradizionale - divisa in tre tipologie: Classic (gara a tempo), Jump (salto dal uno scivolo) ed Extreme (la regata più lunga al mondo), sia le famiglie desiderose di prendere parte alla sfida Kids, possono visitare il sito della Soap Kayak Race e iscriversi online. Altro sito di riferimento per la manifestazione è il sito della Proloco di Imbersago.

Per la prima edizione dedicata ai giovani, inoltre, gli organizzatori dell'evento hanno riservato uno slot (genitore + figlio/figlia) ai lettori di Focus Junior: scriveteci a focusjunior@focusjunior.it per partecipare!

E ricordatevi che, come da motto della Soap Kayak Race:

«L'Arca di Noè è stata costruita da un dilettante, il Titanic è stato costruito da dei professionisti»

GUARDA IL VIDEO CON L'INNO DELLA SOAP KAYAK RACE!

La COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) le cui finalità sono il riciclo e il recupero energetico degli imballaggi, LEGAMBIENTE (Associazione Ambientalista Italiana) riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e l’ENEL (Ente Nazionale per l'Energia Elettrica) principale azienda in Italia e terza al mondo per fornitura di energia elettrica negli anni hanno parlato e lodato la manifestazione per le sue finalità di Ecocompatibilità e di Ecosostenibilità.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche