Nostro Figlio
FocusJunior.it > Giochi > Lavoretti > Lavoretti di Natale > FJ Lab: La plastica ecologica fai da te

FJ Lab: La plastica ecologica fai da te

Stampa

Un facile esperimento per creare, con l’aiuto di un adulto, fogli di plastica “amica” dell’ambiente perché non deriva dal petrolio

La plastica ecologica (bioplastica) è un tipo di plastica che si può ottenere usando l'amido vegetale, la gelatina o l'agar. Pertanto, è un materiale che non inquina perché non è un derivato del petrolio. È possibile farlo anche in casa utilizzando alcuni semplici ingredienti e i fornelli!

 

CHE COSA SERVE

  • Una vecchia pentola 
  • Una spatola 
  • Amido (di mais, di patate,di tapioca ecc.)
  • Acqua
  • Glicerina 
  • Aceto 
  • Un foglio di carta stagnola

COME SI FA:

1 Combinare tutti gli ingredienti e mescolarli. Mettete in pentola quattro cucchiai d’acqua e uno di amido; aggiungete un cucchiaino di glicerina (due, se volete una plastica flessibile anziché rigida) e uno di aceto. Mescolate bene per sciogliere i grumi di amido.

2 Accendere il fornello a fiamma medio-bassa. Se volete ottenere fogli di plastica colorata aggiungete al composto qualche goccia  di colorante alimentare. Poi chiedete a un adulto di mettere la pentola sul gas e, con la fiamma bassa, cominciate a mescolare.

3 Attenzione ai grumi. Mano a mano che il composto si scalda, il liquido grumoso si trasformerà in gel. Mescolate finché diventa limpido e comincia a bollire.

4 Versare la miscela su un foglio di alluminio o carta forno. Versate il gel sul foglio di stagnola, stendetelo con l’aiuto della spatola e lasciatelo riposare per un giorno: il vostro foglio di plastica biodegradabile amica dell’ambiente è pronto!

LO SAPEVI CHE... La maggior parte della plastica che usiamo ogni giorno è composta di lunghe catene molecolari derivate dal petrolio. Nonostante sia utile in moltissime applicazioni, la plastica non è amica dell'ambiente. Si stima che fino al 2050 circa 12 miliardi di tonnellate di plastica si accumuleranno nelle discariche, inquineranno gli oceani e metteranno in pericolo la vita sul pianeta. La plastica è formata di catene sintetiche, chimicamente stabili e non è biodegradabile, quindi il solo modo per smaltirla è con gli inceneritori. Comunque, anche questo procedimento non è privo di conseguenze perchè libera anidride carbonica nell'atmosfera. I ricercatori stanno cercando di ottenere dai batteri la plastica ecologica, una nuova plastica biodegradabile e quindi amica dell'ambiente che potrebbe sostituire la plastica convenzionale nella maggior parte delle applicazioni.