Lavoretti

Laboratorio estivo: facciamo un vaso greco

Ah, la Grecia! Se chiudiamo gli occhi ci vengono in mente gli eleganti templi, le raffinate sculture e, senza dubbio, le bellissime ceramiche a figure rosse o nere che, nonostante la loro fragilità, sono sopravvissute fino a oggi e che possiamo ammirare anche i tanti musei italiani. Nell’antica Grecia esistevano veri e propri quartieri dedicati alla lavorazione del vasellame.

Quello più famoso, il Ceramico, si trovava ad Atene e produceva talmente tanti vasi che venivano venduti anche in Paesi lontani come l’Etruria e la Magna Grecia.

Ma possiamo riprodurre una simile bellezza anche ai giorni nostri? Sì, anche se serve un bel po’ d’impegno!

Cosa serve

  • Un recipiente in terracotta. Non importa la forma, e neanche la dimensione. Può essere vecchio o appena acquistato.
  • Immagine che si vuole realizzare sul vaso. Meglio in bianco e nero.
  • Un grosso ago o stuzzicadenti.
  • Una matita colorata.
  • Scotch e forbici.
  • Tempera nera o acrilico nero.
  • Pennello.

Realizzare un vaso greco: procedimento

  • Prendete il recipiente in terracotta, l’importante è che non sia pieno, altrimenti sarà più difficile dipingerlo.
  • Scegliete attentamente quale immagine vi piacerebbe vedere sul vaso. Meglio una semplice e con pochi dettagli, almeno per la prima volta, poi stampatela.
  • Appiccicate l’immagine con lo scotch sul vaso e con l’ago/stuzzicadenti create tanti fori, seguendo i contorni dell’immagine che avete scelto. Poi, infilate in ogni buchino la punta di una matita ben temperata in modo da lasciare sul vaso un puntino visibile.
  • Al termine, unite i puntini. Non è indispensabile che il disegno sia uguale all’originale, anzi! Con la matita potete aggiungere tutti i dettagli o apportare le modifiche che preferite.
  • È il momento di passare al colore. Le tempere andranno benissimo; se siete più esperti osate con i colori acrilici. Sono più lucidi e resistenti. Hanno solo un “difetto”: sono indelebili, soprattutto sui vestiti.
  • Se avete usato normali tempere, potete perfezionare il disegno lucidandolo. Aspettate che il colore asciughi e poi, con un pennello, ripassate tutto con la colla vinilica, oppure con una vernice ad acqua che potete trovare in colorificio.

Il vostro antico vaso greco a figure nere è pronto! Se volete fare uno scherzo a un archeologo nascondetelo sotto terra, oppure esponetelo in casa.

Ricordate, non è indispensabile che il vaso sia perfetto, deve solo sembrare antico! Sarà prezioso perché lo avete dipinto a mano da soli e con tanto impegno!

PROVA TUTTI I NOSTRI LAB:

FJ Lab: un soffio nell’elica

FJ Lab di Disegno: costruiamo una casa!

FJ Lab: Costruiamo il gioco del Tris (VIDEO)

FJ Lab: il Sole da cucina

FJ Lab: costruiamo un Memory per allenare la mente! (VIDEO)

FJ Lab: Personalizziamo la carta regalo con lo stencil

E tanti altri ancora!

This post was last modified on 21 luglio 2022 14:51

Share
Published by
Niccolò De Rosa

Recent Posts

Una rara tartaruga dal guscio molle è stata trovata in India

In India è stato scoperto il primo sito di nidificazione di una tartaruga gigante dal…

26 febbraio 2024

Chi ha inventato il telefono?

La paternità di questa grande invenzione è stata disputata per anni tra due italiani, Meucci…

26 febbraio 2024

Vincenzo Schettini, il super prof!

Vincenzo Schettini è il prof di fisica più… social d’Italia!

26 febbraio 2024

100 podcast nuovi alla scoperta dell’Italia

Ecco arrivati nuovi podcast con nuove destinazioni! Focus Junior presenta Travel Kids, il canale podcast…

26 febbraio 2024

Tutto quello che (forse) non sai sull’Orso Polare!

In occasione della Giornata mondiale dell’Orso Polare, che ogni anno si celebra il 27 febbraio,…

26 febbraio 2024

Atleti a quattro zampe: gli sport invernali degli animali

Se esistessero delle discipline per gli animali, quali sport invernali praticherebbero?

26 febbraio 2024
Loading