Donna Moderna
FocusJunior.it > Giochi > Illusioni ottiche > Video | La magia dei cartoni in stop motion

Video | La magia dei cartoni in stop motion

Stampa

Due ragazzi, un telo nero e tante monete che prendono vita: scopri i segreti dei video in stop motion.

Gli americani chiamano stop motion quella tecnica cinematografica in cui degli oggetti inanimati prendono vita e si muovono sullo schermo. Noi italiani la chiamiamo passo uno e la ragione è semplice: per riprodurre il movimento sullo schermo si sposta di poco, a mano, l'oggetto interessato, e si filma un fotogramma di pellicola (o di video). Poi si sposta di nuovo, di poco, l'oggetto e si filma un nuovo fotogramma. Questo processo viene ripetuto la bellezza di 24 volte per ogni secondo di film. Così, alla fine dell'azione, proiettando la pellicola (o il video) alla normale velocità, gli spettatori vedranno l'oggetto muoversi come se fosse vivo.

 

Un movimento impossibile

Il video che segue, realizzato da due giovani tedeschi, mostra degli strabilianti effetti di movimento realizzati con una valigia piena di semplici monete, racconta il mondo dei videogiochi di una volta e ci fa capire quanta pazienza ci è voluta per un effetto che, con il computer, oggi si può fare facilmente: ma vuoi mettere la soddisfazione di creare la magia del movimento con le proprie mani?

 

Osservate, a metà del video, come è stato possibile realizzarlo (ci sono volute settimane e settimane di lavoro!). Inoltre, per i più curiosi, poco prima della fine del video un simpatico gioco del tetris fatto con i mattoncini più famosi del mondo e la tecnica della stop motion : non è incredibile?

 

La tecnica del cinema a passo uno è stata usata tantissimo  nei film di fantascienza degli anni '50  del secolo scorso. Il genio assoluto del passo uno è stato l'americano  Ray Harryhausen: nel video in basso vedete  una collezione dei suoi mostri , inseriti perfettamente in riprese fatte con attori in carne e ossa.  Guardateli con affetto, cari focusini, e se rispetto ai mostri di oggi  vi sembreranno un po' ingenui , pensate che sono stati fatti più di 60 anni fa,  senza computer e senza la tecnologia moderna, usando solamente la creatività, la bravura e la pazienza. 

 

In questi ultimi anni, con metodi molto più moderni,  la tecnica della ripresa in stop motion  è stata usata moltissimo anche dal  regista Tim Burton , autore di successi quali  Alice in wonderland  e  Frankenweenie (foto in apertura dell'articolo).

 

 

Guarda il video con la più grande animazione in stop motion del mondo!