Donna Moderna
FocusJunior.it > Giochi > Illusioni ottiche > Giovani esploratori da record

Giovani esploratori da record

Stampa

Sono giovanissimi ma hanno già compiuto delle imprese da record. In vela o in vetta all'Everest. I loro nomi? Abbey Sunderland, Jessica Watson, Jordan Romero. Tutti uniti da un sogno: diventare esploratori da record!
C'è chi va a scuola o in giro con gli amici. C'è chi invece va in giro per il mondo. A fare cosa? Andare a caccia di un sogno: diventare un esploratore da record! Le imprese di questi tre ragazzi sono da record non solo per la giovane età dei protagonisti, ma anche per il sogno inseguito. Eccovi le storie di Abbey, Jessica e Jordan!
Abbey Sunderland per inseguire il suo sogno ha rischiato davvero grosso! Ma in quale impresa si era cacciata questa giovane americana? Niente di meno che fare il giro del mondo in solitaria in barca a vela!

Abbey è nata a Marina del Rey nel 1993 e nel 2010 è arrivata vicinissima a diventare la più giovane velista a riuscire nella circumnavigazione del mondo.

Abbey nasce in una famiglia di marinai. Ha iniziato a navigare a sei anni, quando i bambini imparano a leggere e scrivere.
Abbey Sunderland (Fonte: Los Angeles Times )
Nel 2006 ha incominciato a progettare la sua impresa, per non essere da meno al fratello, Zac Sunderland, il primo ragazzo a completare la circumnavigazione del globo prima di compiere 18 anni!
Il progetto di viaggio prevedeva questi punti di riferimento: Cabo San Lucas – Capo Horn – Capo di Buona Speranza – Capo Leeuwin – Cabo San Lucas. Erano previste 10 tappe, ma Abbey non poteva fare scali né ricevere alcun tipo di assistenza , secondo le regole della International Sailing Federation e della World Sailing Speed Record Council (WSSRC).
Abbey è salpata per la prima volta dalla sua città natale il 23 gennaio 2010 , con la sua barca Wild Eyes . Poi però problemi tecnici l'hanno bloccata. Ci ha riprovato il 6 febbraio . Tutto sembrava andare secondo i piani, quando però il mattino del 10 giugno, in una remota zona dell'Oceano Indiano, a nord-est delle Isole Kerguelen, circa 2.000 miglia nautiche a ovest dell'Australia, è partito un segnale di S.O.S. dalla sua barca. Il salvataggio è stato spettacolare e molto costoso: tra i 200.000 e i 300.000 dollari australiani! Per fortuna tutto è andato bene, Abbey non si è fatta nulla. La barca però ha subito dei danni :il distacco della chiglia, la perdita dell'albero che ha distrutto anche l'antenna satellitare, facendo saltare il collegamento telefonico. Impresa rimandata. Ma in ogni caso Abbey rimane davvero un'eroina!
Jessica Watson (Fonte: Mi-Web.it )
Jessica Watson è, invece, una ragazza australiana, nata anche lei nel 1993 . Jessica ha l'avventura nel sangue. Lei e la sua famiglia hanno vissuto per cinque anni a bordo di una barca di 16 metri! Ha imparato a navigare fin da bambina. Invece di andare a scuola ha vissuto sulla barca, studiando per corrispondenza!
In seguito ha abitato su un vecchio bus a due piani fuori servizio e riadattato. WOW!
Quando Jessica aveva 11 anni, sua madre le ha letto il libro di Jesse Martin (altro giovane circumnavigatore del globo) Lionheart: A Journey of the Human Spirit. Da quel giorno Jessica si è posta come obbiettivo di emulareJesse.
Ha incominciato prima di Abbey a inseguire il suo sogno: è partita il 18 ottobre del 2009 da Sydney con la sua barca rosa: Ella's Pink Lady . Il suo sogno si è realizzato alle 13:53 del 15 maggio 2010, quando Jessica Watson ha attraversato la linea del traguardo nel porto di Sydney, dopo 210 giorni di viaggio e 3 giorni prima del suo diciassettesimo compleanno. Nei 7 mesi che ha trascorso da sola in barca, Jessica ha dovuto risolvere tantissimi problemi tecnici e non solo: dal bollitore alla riparazione e sostituzione di un generatore eolico.
I media hanno parlato di rivalità tra Abbey e Jessica, ma le due hanno più volte dimostrato una lealtà decisamente sportiva!
Visita il sito di Jessica per scoprire le sue avventure!
Le tappe di Jordan Romero nella sua scalata dell'Everest (Fonte: Outside )
Jordan Romero invece è uno scalatore che insegue il sogno di completare le Seven Summits! Ci sta lavorando ormai da 5 anni, da quando aveva solo 10 anni!
Il suo sogno è partito nel 2006 col Kilimanjaro, la cima più elevata dell'Africa. Seguito dall’Aconcagua, in Sud America, il Denali (McKinley) in Alaska, l’Elbrus in Europa, la Piramide Carstensz in Indonesia, il Kosciuszko in Australia, e infine l’Everest, in Asia. Ha scalato l'Everest a soli 13 anni, diventando il più giovane scalatore al mondo. Nell'avventura è stato accompagnato dal padre Paul e alla sua compagna Karen Lundgren.
Jordan ha incominciato a scrivere l'ultimo capitolo del suo sogno nel dicembre del 2011. Destinazione: Mount Vinson , la cima più alta dell’Antartide. Completerà così le Seven Summits e potrà diventare il più giovane alpinista al mondo ad aver salito tutte le sette montagne più alte della Terra.
In bocca al lupo Jordan!