Donna Moderna
FocusJunior.it > Giochi > Illusioni ottiche > Credere o meno ai veggenti?

Credere o meno ai veggenti?

Stampa

La nostra amica Benedetta ci ha scritto chiedendoci se siano affidabili o meno i veggenti, e noi cercheremo di darle una risposta!
La parola chiaroveggenza (da cui deriva il termine chiaroveggente e quindi veggente) deriva dal francese clairvoyance e significa visione chiara , inteso sia come vedere perfettamente, tramite gli occhi , sia come vedere nel senso di comprendere , ovvero comprendere cose che altri non possono comprendere.
I chiaroveggenti vedrebbero dunque al di là di quello che vediamo noi e comprenderebbero cose che per noi non sono neanche lontanamente comprensibili. Essi esistono da sempre , forse dalla nascita stessa del mondo, e sono da sempre al centro di numerosi dibattiti scientifici , tanto che la chiaroveggenza è stata scientificamente studiata dalla Society for Psychical Research a partire dalla fine del 1800.
Fino ad ora non vi sono prove scientifiche che convalidano queste esperienze paranormali e per questo il mondo si divide in due gruppi : quelli che sostengono che la chiaroveggenza sia una dote innata presente in tutti gli uomini e che si manifesti soltanto dopo un duro allenamento, altri invece che non credono per nulla alla sua esistenza e credono che i veggenti siano semplicemente dei ciarlatani che voglio guadagnare sulle disgrazie altrui.
Quello di cui si può essere certi è che esistono persone con un innato sesto senso che gli fa capire al volo cose che altri non vedono. Ma forse questo è solo carattere...
Noi, crediamo solo alla magia di Harry Potter e voi?