Donna Moderna
FocusJunior.it > Giochi > Illusioni ottiche > 10 curiosità sul Royal Baby!

10 curiosità sul Royal Baby!

Stampa

Ieri è nato il Royal Baby: l'attesissimo figlio di William e Kate che diventerà un giorno il Re d'Inghilterra. Ecco allora per voi 10 incredibili curiosità sul bambino dell'anno e sulle tradizioni inglesi per i parti... Reali!
1) Parto? A casa! Nei secoli scorsi le mamme reali, così come quelle comuni, facevano nascere i propri figli in casa. La regina Elisabetta II è nata a Bruton Street, a Londra. E ha dato alla luce i suoi figli Carlo, Andrew ed Edward a Buckingham Palace. La tradizione è cambiata con la nascita nel 1981 di William (e poi Harry) nati all'ospedale St.Mary.
2) Scuola privata. Per molto tempo, i figli dei reali sono stati educati da insegnanti privati. La regina Elisabetta, per esempio, ha studiato in casa con suo padre, dei tutor e la governante. Però Carlo è stato il primo a frequentare una scuola anche se private. E sarà così anche per il neonato!
3) Nella sala parto. William è rimasto di fianco di Kate durante il parto come ha fatto suo padre Carlo a sua volta, ma non suo nonno Filippo. Quando la regina Elisabetta ha, infatti, cominciato il travaglio, il principe Filippo è andato a giocare a squash a Buckingham Palace e ha raggiunto la moglie solo a parto avvenuto.
4) "Certificato di nascita": dei funzionari del Governo dovevano essere presenti in sala parto per certificare che il bambino fosse davvero nato da madre reale (in tutti i sensi) e non fosse, ad esempio, scambiato con un altro bambino o addirittura portato di nascosto da altrove. Questa incredibile usanza pare sia nata dopo il 1688, quando Maria d'Este, moglie di Giacomo II Stuart, ha dato alla luce Giacomo Francesco Edoardo Stuart. Secondo una teoria complottista, il parto sarebbe stato simulato introducendo di nascosto un bambino in sala parto. Per fortuna una legge del Re Giorgio VI ha abolito questa imbarazzante pratica.
5) La scelta del nome: i Reali hanno normalmente tre o quattro nome. Ma al momento sappiamo solo che il Royal Baby è un maschietto e che per sapere il nome potrebbe volerci anche una settimana!
6) Quale cognome? La famiglia reale non ha, a conti fatti, un cognome ma piuttosto degli appellativi. Il piccolo di William e Kate verrà chiamato His Highness Prince o (Sua maestà il principe). Ma se proprio i due genitori volessero usare un cognome potrebbero far scrivere sulla "carta d'identità reale" quello scelto nel 1960 per figli reali, ovvero Mountbatten-Windsor.
7) Il battesimo. La cerimonia avverrà a poche settimane dalla nascita e potrebbe svolgere in una cappela privata a Buckingam Palace come fu per la Regina Elisabetta!
8) Come avviene l'annuncio della nascita: Per
tradizione, un messaggero con la notizia viaggia in auto dall’ospedale a Buckingham Palace, trasportando un biglietto dove sono scritti il sesso, il peso e l’orario di nascita del bambino. Il bollettino viene messo su un cavalletto di legno di fronte al palazzo. In passato l’annuncio è stato fatto anche via radio, ma stavolta saranno internet e i social media ad avere il ruolo di protagonisti. Appena il bollettino sarà fissato sul cavalletto, i funzionari reali potranno postare la notizia su Twitter.

9) La tata:
dopo selezioni durate mesi la tata del piccolo sarà un'italiana! Il suo nome è Antonella Fresolone e da 13 lavora nella Corte di Elisabetta. I suoi compiti, oltre alla cura del piccolo principe, saranno cucinare, pulire la residenza dei principi, avere cura dei loro abiti, dell'argenteria e dei cristalli e della lavanderia. Le sarà infine ichiesto di occuparsi di ogni eventuale incombenza e di portare a spasso il cocker spaniel Lupo della coppia.

10) Nascita con il botto!
Colpi di cannone sparati dalla Tower of London e da Green Park hanno annunciato, come vuole la tradizione, la nascita del Royal Baby!
FONTE: L'Internazionale