Donna Moderna
FocusJunior.it > Giochi > Il Gioco perduto: i bambini italiani hanno sempre meno spazi in cui giocare all’aria aperta!

Il Gioco perduto: i bambini italiani hanno sempre meno spazi in cui giocare all’aria aperta!

Stampa

Tappati in casa a guardare la Tv o a giocare con i videogame, ma d'altra parte in cortile non si può più giocare a palla...Perché il gioco all'aria aperta sta scomparendo?

Tutti parlano dell'importanza dell'attività fisica, del movimento salutare e del fatto che i giovani d'oggi sono sempre con gli occhi incollati davanti ad uno schermo

 

Vero, verissimo,  ma perché allora scoraggiare il gioco all'aria aperta con divieti e restrizioni?

Divieto di essere bambini?

Ad eccezione di grandi città come Roma, Milano, Genova e Torino, gran parte dei Comuni italiani sono tappezzate da cartelli che vietano di correre nei cortili, giocare a palla nei parchi, pattinare nelle piazze o arrampicarsi sugli alberi. Tale condotta priva i più giovani della possibilità di fare esperienze collettive e di stringere nuove amicizie che non siano legate all'ambito scolastico

Certo, in certi luoghi è bene tutelare la quiete e rispettare il diritto al riposo degli abitanti, ma chi non avesse la fortuna di vivere in zone con spazi dedicati (oratori, centri ricreativi, parchetti attrezzati), come potrà mai ritagliarsi una porzione di sano svago all'aria aperta?

 E dove abiti tu ci sono posti dove giocare all'aperto? Dì' la tua!