Nostro Figlio
FocusJunior.it > Giochi > Lego: 20 bellissime curiosità da sapere

Lego: 20 bellissime curiosità da sapere

Stampa
Lego: 20 bellissime curiosità da sapere
Pixabay

Sono nati nel 1932 e tu li usi da quando eri piccolissimo. Con i mitici mattoncini puoi creare ogni mondo possibile solo incastrandoli: ecco 20 curiosità che non ti aspetti sui Lego!

Che cosa significa la parola Lego? Perché la testa degli omini ha un buco in alto? Lo sapevate che non hanno praticamente mai i capelli biondi? In occasione del LEGO Day che si celebra ogni 28 febbraio, ecco a voi 20 incredibili curiosità sui LEGO. Ne sapevate già qualcuna??

  • La parola LEGO, ideata nel 1934 dal fondatore dell’azienda Ole Kirk Kristiansen, viene dal danese leg godt ossia "gioca bene". I mattonicini per come li conosciamo noi, però, vennero prodotti solo negli anni '50 e poiché la richiesta per brevettare l'dea (probabilmente) venne inoltrata il 28 gennaio 1958, quella data venne scelta per il National Lego Day negli Stati Uniti. Solo una coincidenza vuole che LEGO in latino significhi “io studio” o “io metto insieme”.
  • La testa degli omini LEGO ha un buco in alto che lo trasforma in un tubo, permettendo a un bambino di continuare a respirare anche se la inghiottisse.
  • I primi omini LEGO non avevano braccia e gambe semovibili e neppure espressioni: la faccia non era disegnata con occhi e bocca come oggi!
  • Gli stessi omini hanno raramente i capelli biondi perché è troppo simile al giallo del corpo.
  • Ogni anno l'azienda produce 19 miliardi di mattoncini. Tutto ha inizio da blocchi di plastica che, una volta trasportati nella fabbrica, vengono risucchiati da giganteschi tubi e finiscono nelle macchine di stampaggio, dove i pezzi vengono modellati ad altissime temperature. L'intera linea produttiva, come si può vedere nel video, è robotizzata.

  • In media, ci sono solo 18 pezzi difettosi su ogni milione.
  • Circa 130 nuovi set LEGO vengono lanciati ogni anno negli Stati Uniti. In media, nel mondo, vengono venduti sette set LEGO al secondo. Il più grande in commercio – 5.922 pezzi – è quello che riproduce il Taj Mahal!
  • La Germania è il primo mercato per LEGO. In occasione di Euro 2016, l'intera nazionale di calcio tedesca è stata riprodotta in versione..."mattoncinesca"!
  • LEGO è anche il più grande produttore di pneumatici al mondo, seppur in miniatura: ne realizza infatti molti di più di qualsiasi altra azienda che produce le gomme che fanno viaggiare le automobili e gli altri veicoli.
  • Se costruisci una colonna con oltre 40 miliardi di mattoncini puoi raggiungere la Luna. Provare per credere!
  • È stato calcolato che utilizzando appena sei mattoncini si possono ottenere circa 915 milioni di combinazioni di costruzioni differenti..
  • Nel 2009, una casa a grandezza naturale è stata costruita interamente con i LEGO: ce ne sono voluti circa 3,3 milioni!
  • Il record per la torre di LEGO più alta del mondo è stato detenuto da Milano, dove nel 2015, l'anno di Expo ne fu costruita una alta 35,05 metri fatta di 580mila mattoncini. Tale primato venne battuto nel 2018 con la Omer Tower a Tel Aviv, in Israele, un colosso di oltre 36 metri realizzata in onore di di Omer Sayag, un bimbo di otto anni scomparso tragicamente e che amava i LEGO.
  • Sempre Milano, dopo Roma, ha ospitato una mostra da record legata alle costruzioni con i mattoncini componibili, “The Art of the Brick” di Nathan Sawaya: un milione di mattoncini con cui l'artista ha realizzato oltre cento sculture.
  • Legoland, la catena di parchi a tema, ha sette sedi sparse in tutti i Continenti. La più vicina a noi è quella di Günzburg, in Germania. Altre due si trovano in Europa (in Danimarca e Inghilterra), due negli Usa, una in Malesia e un'altra negli Emirati Arabi.
  • Fino a qualche anno fa la politica di LEGO era quella di non produrre pezzi che ricordassero la guerra. Di recente, però, l'azienda è stata accusata di aver prodotto troppi set contenenti invece armi vere e proprie.
  • Il primo film di animazione in versione mattoncini è uscito al cinema nel 2014: si chiama “The LEGO Movie” (qui sotto il trailer) e racconta le avventure dell'omino Emmet. Da questa pellicola, tre anni dopo, è nato “LEGO Batman”.

  • Tra le tante linee di mattoncini, quelle di maggior successo sono LEGO Friends, linea di prodotti (ma anche serie animata) dedicata alle ragazze, e LEGO City, con veicoli ed edifici delle città (aeroporto, stazione di benzina, caserma della polizia o dei pompieri, etc), cui si affianca una novità: LEGO Jungle, dedicata ai giovani esploratori e realizzata con National Geographic. Molto amate anche le linee dedicate alle grandi saghe come Star Wars ed Harry Potter.
  • Per i più grandi ci sono invece LEGO Technic, con motori e altri marchingegni, e LEGO Architecture, che riproduce famosi monumenti o città come la Statua della Libertà, la Torre Eiffel, Sidney o Venezia.
  • L'azienda danese ha anche ispirato una metodologia di lavoro di gruppo chiamata LEGO Serious Play, adottata da società importanti come la Nasa e Microsoft. Lavoro ma non solo: i facilitatori, questo il nome delle figure che dirigono i gruppi in cui si operano scelte con i mattoncini, aiutano anche a migliorare la propria reputazione e la crescita personale, e persino a gestire la vita di coppia o la nascita di un figlio.

Collaborazione al testo di Niccolò De Rosa

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche