Donna Moderna
FocusJunior.it > Focus Scuola > Motivazione allo studio e all’apprendimento: ecco come si migliora un alunno

Motivazione allo studio e all’apprendimento: ecco come si migliora un alunno

Stampa
Motivazione allo studio e all’apprendimento: ecco come si migliora un alunno
Ipa-agency

Il compito dell’insegnante è quello di instaurare con l’alunno un rapporto che favorisca l’apprendimento, puntando ad aumentare la sua motivazione intrinseca, quella che nasce dentro di noi, e riducendo quella estrinseca.

 

Motivazione letteralmente significa “motivo all’azione”. In altre parole, è la volontà e il desiderio che ci spingono a portare a termine qualcosa come un lavoro o un compito. Possiamo essere spinti da una motivazione estrinseca, ossia qualcosa che viene dall’esterno, quindi indotto dal di fuori; oppure da una motivazione intrinseca che è qualcosa che viene dall’interno, un desiderio che nasce dentro di noi.

Ma che cosa succede quando parliamo della motivazione allo studio?

MOTIVARE ALL'APPRENDIMENTO

La motivazione deve essere come una sfida ottimale: impegnativa, ma non esagerata. È importante che sia alla nostra portata, perché il suo raggiungimento deve essere probabile. Ciò significa che deve essere una sfida calcolata sulle nostre potenzialità. Infatti, se ci poniamo una meta troppo ambiziosa, oltre le nostre capacità, allora il rischio è quello di imbattersi in un fallimento e, di conseguenza, in una sofferenza eccessiva che in futuro potrebbe ostacolarci e limitare la nostra autostima.

Rivolgiamo il pensiero ai nostri allievi. Quali sono le motivazioni che li portano a scuola? Quelle estrinseche sono sicuramente: i genitori, l’obbligo per legge, la volontà delle maestre. Poi si aggiungono: i compagni, il momento della ricreazione, la gita... Quelle intrinseche, invece, possono essere: il piacere d’imparare, di scoprire cose nuove, riuscire a fare i compiti da soli, il piacere di assecondare le maestre...

COME RAGGIUNGERE UNA BUONA MOTIVAZIONE?

Il compito dell’insegnante è quello di instaurare un rapporto con l’alunno che favorisca l’apprendimento attraverso una modifica delle capacità di comunicazione, riducendo l’impotenza e puntando ad aumentare la motivazione intrinseca. Il fine è dunque il miglioramento delle prestazioni di apprendimento, che è da considerarsi in sinergia con i meccanismi motivazionali e di autostima che costituiscono parte integrante del sostegno educativo.

L’insegnante dovrebbe guidare il bambino nella ricerca di una sua motivazione intrinseca che lo aiuti a raggiungere buoni risultati scolastici. Per fare un esempio: la motivazione è una meta, la si può raggiungere in modo passivo, guidati da altri, oppure si può arrivare all’obiettivo in modo attivo, da conducenti e non da passeggeri.

L’insegnante dovrebbe cercare di passare da un modello di motivazione in cui gli studenti vengono guidati, a uno in cui loro stessi conducono. Da un processo educativo di eteronimia (dipendenza) a uno di conquista dell’autonomia, allargando la gamma di obiettivi degli allievi in modo che diventino sempre più capaci di trovare la spinta allo studio dentro di sé.

Quindi l’insegnante dovrebbe essere un facilitatore, un intermediario che, da un lato, mostra agli alunni i traguardi che ognuno può raggiungere e, dall’altro, sostenga la loro autostima, li stimoli al piacere di quella gara e li faccia sentire i protagonisti nella scoperta dell’apprendimento.

Ha collaborato la ricercatrice Annamaria Porru

Focus Scuola è il nuovo mensile per gli insegnanti del Gruppo Mondadori, un magazine rivolto a tutti i docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per aiutarli ad affrontare le nuove sfide dell’insegnamento nell’era digitale. La rivista propone approfondimenti sugli ultimi studi scientifici e pedagogici, ma anche idee di buone pratiche sperimentate in Italia e nel resto del mondo dai singoli insegnanti e fornisce spunti su didattiche innovative e sull’uso della tecnologia in classe

CHE ASPETTI? CLICCA QUI E ABBONATI UTILIZZANDO LA CARTA DEL DOCENTE

CLICCA QUI SE NON POSSIEDI LA CARTA DOCENTE MA VUOI SCOPRIRE IL MONDO DI FOCUS SCUOLA

SE INVECE VUOI ABBONARTI SIA A FOCUS JUNIOR CHE A FOCUS SCUOLA APPROFITTANDO DELL'INCREDIBILE OFFERTA DA 79,00€, CLICCA QUI