Donna Moderna
FocusJunior.it > Feste > Natale > Natale nel mondo: il Natale ortodosso

Natale nel mondo: il Natale ortodosso

Stampa

Le tradizioni nel mondo: ?scopri come si festeggia il Natale secondo la tradizione ortodossa.

Il Natale ortodosso celebra la nascita di Gesù figlio di Dio e della Vergine Maria e viene festeggiato anziché il 25 di dicembre il 7 di gennaio . Questo è dovuto dal fatto che la chiesa ortodossa continua ad utilizzare il calendario giuliano e non quello gregoriano .

 

Per capire meglio bisogna tener presente che nel 1582 papa Gregorio XIII decise di modificare il vecchio calendario introdotto da Giulio Cesare (chiamato in suo onore giuliano) , per questo motivo i giorni tra il 5 ed il 14 ottobre 1582 furono cancellati e quindi il nostro 25 dicembre diventa il 7 gennaio.

Secondo la tradizione il Natale, nei paesi ortodossi, viene preceduto da un lungo periodo di digiuno e preghiera che dura addirittura 40 giorni . Il digiuno non è totale, si può mangiare il pesce il mercoledì ed il venerdì . Nel giorno della vigilia, invece, il digiuno diventa rigidissimo e prevede il consumo di cibo "socivo" ovvero grano lesso e frutta.

 

Il digiuno si conclude generalmente in chiesa al tramonto. preghiere e canti il pane, il grano, il vino ed l'olio . Terminata la preghiera i fedeli intonano l’inno di Natale ed al centro della chiesa viene portata l’icona di Natale: una candela accesa che simboleggia la Stella Cometa .

 

A quel punto il digiuno è terminato, i fedeli consumano il pane benedetto e la festa ha inizio!