Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Vegani | Chi sono, che cosa mangiano e perché si chiamano così

Vegani | Chi sono, che cosa mangiano e perché si chiamano così

Stampa

Ci sono i vegetariani e poi ci sono i vegani. Ma qual è la differenza tra i due? Che cosa mangiano? E che cosa non possono mangiare? E ancora, è vero che non bevono il latte e non mangiano neppure il miele?

I vegani non sono marziani che vengono da chissà quale pianeta lontano. Sono persone normali che hanno scelto un particolare stile di vita.

Prendete la parola "vegetarian" in inglese, vegetariano.

Ora tenete solo le prime tre lettere e le ultime due. Ecco che nasce la parola vegan, vegano. 

 

Un termine che è comparso per la prima volta il 1 novembre 1944, a opera degli attivisti animalisti Donald Watson e Elsie Shrigley, che crearono la Vegan Society britannica dopo la scissione dalla Vegetarian Society (la più antica organizzazione vegetariana al mondo) per le differenti posizioni sul tema dello sfruttamento animale nella produzione di latticini.

 

Ecco quindi che ieri è stato il World Vegan Day, una giornata creata apposta per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa tematica.

No ai prodotti di origine animale

Perché se un vegetariano non mangia la carne, un vegano si spinge oltre ed evita di mangiare anche i prodotti che sfruttano gli animali. Ma anche di indossare pellicce o capi di lana. Capiamo meglio insieme a che cosa ci stiamo riferendo.
 

Pixabay

 

Essere vegan è uno stile di vita, una filosofia. Chi è vegano rifiuta lo sfruttamento degli animali, in ogni sua forma.

Quindi niente cibo, ma neppure abbigliamento, cosmetici o spettacoli che sfruttano gli animali.

 

Come funziona la dieta vegana?

La dieta dei vegani è vegetale: niente carne, pesce. E fin qui, sarebbe come essere vegetariano. I vegani fanno però un passo in più: aboliscono anche uova, latticini e per esempio il miele. Perché toglierlo alle apine laboriose?

 

Ok invece alle fonte di proteine alternative (dato che non mangiano la carne, che ne è fonte). Le proteine si trovano anche nei legumi, cereali, semi oleosi (noci, mandorle, arachidi).

Per finire, sì a frutta, verdura.

 

E' una filosofia però non solo alimentare. I vegan rifuggono da abiti di lana, seta, pelle e pellicce. Ok le opzioni vegetali, come il cotone, la canapa e il lino.

 

Essere vegan significa rispettare gli animali in tutto: quindi niente zoo, delfinari, passeggiate a cavallo o circhi. Dato che non è una religione, ma una scelta di vita, ognuno poi sceglie come essere vegano in libertà.

 

Fonti: wvd; corriere.it