Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Ho paura dei mostri, delle api, di volare…

Ho paura dei mostri, delle api, di volare…

Stampa

Caro Andrea, sono Aurora e volevo chiederti un consiglio per gli incubi che faccio. Penso ai mostri e, quando me ne viene in mente uno, riesco a sentire persino i minimi suoni. Lo so che i mostri non esistono, ma ho sempre paura che siano loro. Quand'ero piccola non avevo così paura, ma adesso, anche se sono grande, la paura mi è cresciuta . Spero proprio che tu mi dia un consiglio che funzioni! Aurora
Andrea ho una paura pazzesca di volare in aereo . Come fare? Sabri
Io non sono un tipo che si spaventa facilmente ma tutti (compresi i miei genitori) mi chiedono come faccio ad avere paura di una cosa cosi piccola come un’ape ! Quando ne vedo una lascio tutto e scappo.  Pie95

Cari fifoni tutti, siete in buonissima compagnia quindi… NON ROMPETE . Ognuno ha le sue paure. C’è chi ha paura delle api, chi ha paura degli aerei, chi ha paura del buio e chi, COME ME, ha paura delle api, degli aerei, del buio e di una serie di altri animaletti (soprattutto se strisciano) e mezzi di trasporto (quando non guido io) che non è il caso qui di elencare. Ecco i miei consigli. L’ape è piccola ma ha un GROSSO pungiglione. L’unica è convincerla a non usarlo e spiegarle molto bene che non le conviene perché, se lo fa, schiatta. Il che in linguaggio apesco significa starsene fermi, non agitarsi, non farla sentire in pericolo e ignorarla anche se si appoggia sul naso. Insomma ognuno per la sua strada.
Per l’aereo invece la faccenda è più complicata. Anche se non ha il pungiglione quello è molto grosso; così grosso che tu ci stai sopra mentre, SOTTO, non c’è un tubo. Io, che sono un tipo molto coraggioso, ho affrontato la questione di petto e ho fatto… il corso per i fifoni del volo organizzato dall’Alitalia! I piloti ti spiegano tutto ma proprio tutto di come funziona “l’uccellone d’acciaio” e gli psicologi ti insegnano a rilassarti con facendo dei respironi. Poi ti portano dentro a un simulatore di volo (è quello che usano pure i piloti) dove puoi provare tutto (compresi atterraggi di emergenza e picchiate ) per vedere se i consigli hanno funzionato. E in effetti funzionano: mai volato così bene! Anche perché… non ti muovi da terra. Sull'aereo vero che ho preso dopo, invece, la solita storia. Però almeno ho capito che, subito dopo il decollo, quando i motori sembrano spegnersi improvvisamente, non è il caso di dire le preghiere. E ogni tanto riesco anche a rilassarmi, guardando le nuvole dal finestrino senza pensare ossessivamente quanto manca all'arrivo. Insomma, la paura è rimasta ma almeno la conosco un po’ meglio e per ora non ha avuto la meglio sulla voglia di viaggiare. La cosa più importante, infatti, è non rinunciare alla curiosità e pensare sempre a cosa si perderebbe non facendo una cosa.
E questo vale anche per i mostri : da bambino ci ho passato le notti sognandoli e sentendo, proprio come Aurora, ogni genere di rumore come fosse vero. L’unica è affrontarli: guardali, osservali, disegnali, raccontali, impara a conoscerli e convivici . Alla fine, forse, se ne andranno per la loro strada. Del resto come dice il titolo di un bel libro Ci sono cose che fanno paura (a tutte le età) : "Essere abbracciati da chi non ti piace, fa paura. Guardarsi allo specchio mentre ti tagliano i capelli troppo corti, fa paura. Pensare che non diventerai mai più alto di come sei adesso, fa paura…