Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Ho paura del buio: come faccio a sconfiggerla?

Ho paura del buio: come faccio a sconfiggerla?

Stampa

La sera quando vado a letto ho paura che i miei genitori spengano la luce in camera loro e io rimanga sola al buio! Cado in preda al panico ma a raccontarlo mi sento stupida. Che fare?  Giulia

Cara Giulia... e  accendi la TUA di luce, che non ho capito perché mai i tuoi debbano tenersi due fari da stadio accesi di notte per illuminare pure camera tua! Quanto al secondo problema, cioè che ti senti stupida a raccontarlo, non ha invece proprio senso. Il motivo? Semplicissimo: anch’io avevo una fifa boia del buio e io NON sono stupido. Da piccolo passavo intere notti a letto terrorizzato a fissare la porta, con la luce sempre rigorosamente accesa, aspettando che, da un momento  all'altro , sbucassero da dietro l’angolo  nell'ordine : il vampiro  assassino , il bastardissimo zombie che non muore mai (se no che cavolo di zombi sarebbe), l’uomo nero e un’altra serie di imprecisati mostri alieni . E il bello è che più te ne stai lì concentrato a sentire ogni piccolo rumorino (belli i parquet di legno eh?), alla fine poi i rumori li senti davvero e ti sembrano fortissimi. Io  ero arrivato a sentire un aereo che continuava a ronzare sopra il mio tetto. Va be’ che vivevo vicino a un aeroporto ma quello da lì non si scrostava mai! E quando se ne andava e io iniziavo finalmente ad assopirmi arrivava la seconda complicazione: brutti sogni . Qui il tema preferito, oltre ai soliti mostri, era il risucchione : una specie di vortice che ti aspirava via e ti portava... non so proprio dove perché a quel punto ero di nuovo sveglio con gli occhi sbarrati. Il trucchetto che mi ero escogitato era iniziare a contare : visualizzare i numeri uno dopo l’altro e concentrarsi solo su quelli in modo da scacciare qualsiasi altro pensiero fino a che non prendevo sonno (qualcuno preferisce le pecore ma il concetto è lo stesso). Il metodo funzionava (sarà per quello che sono diventato allergico alla matematica?) ma non è che risolvesse del tutto il problema. Quindi, ora che sono più grande e, anche se un po’ meno, continuo ad avere la stessa, identica fifa boia di spiriti , mostri e cose soprannaturali varie (risucchione compreso) ho escogitato un altro metodo. Quando succede faccio proprio quello che non vuoi fare tu: ne parlo a tutti . E nei minimi dettagli. Li asciugo proprio con i miei sogni e i miei incubi. Parla che ti parla alla fine, proprio come quando arriva finalmente la luce dell’alba al mattino, ti scappa anche un po’ da ridere delle tue paure. Anche perché un po’ ce le hanno tutti. Persino i più insospettabili.
PS
Se vuoi altri consigli non ti perdere il numero 130 di FOCUS JUNIOR in edicola dal 15 ottobre: c'è un articolo "da paura" proprio sulla paura!