Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Genitori separati: la fidanzata di mio padre rompe

Genitori separati: la fidanzata di mio padre rompe

Stampa

Ok Andrea, so che ti sto per rompere , quindi... continuo! La fidanzata di mio padre (i miei sono divorziati) pensa che ho sempre qualcosa: secondo lei sono depressa .  Un giorno si è pure messa a piangere perché non riesce a parlarmi. Ma scusami, io il giorno prima avevo fatto la gara di scherma e, in pratica, nelle gambe perdevo pezzi. E lei:  "Succede qualcosa? Vuoi far preoccupare tuo padre?" . Io le ho detto  tranquillamente  che cosa avevo ma no, secondo lei devo essere per forza depressa.  Stessa cosa l'altro giorno. Mi bruciavano gli occhi da morire, papà mi ha misurato la febbre ma avevo 35.5 quindi niente; allora giocherellavo con il pulsantino del termometro e lei: "Hai qualcosa? Possiamo parlare tutti insieme per cercare una soluzione?" .
Se le dico tutto in faccia mio padre mi dirà le solite cose: "Devi accettare bla bla bla...". Io ho accettato e sinceramente la rispetto anche se è molto difficile. Ma anche lei deve rispettarmi e non guardarmi male prima di baciare mio padre. HELP ME!!!  Smile50000

Digerire del tutto la fidanzata del papà è un'impresa difficilissima. Io mi accontenterei già se, invece di una nausea costante e insopportabile, ti provocasse qualche mal di pancia ogni tanto. Comunque sia, però, di fatto non puoi liberartene se il papà ha deciso così.  Proprio come non puoi liberarti del cibo.
L'unica è conviverci e, se ci sono, concentrarti sulle sue qualità (anche i broccoli ne hanno e diventano buoni insieme alle orecchiette con tanto parmigiano e peperoncino) cercando di dimenticare i suoi difetti (tipo che sono verdi e puzzano), compreso quello più grande che ha: essere lì al posto della tua cavolo di mamma .  
Quello che trovo molto giusto, però, è che tu chieda a lei la stessa attenzione su di te. Se dici che sei stanca, sei stanca e non depressa perché “povera piccola hai il trauma perenne dei genitori separati”. Poi magari il trauma un pochino ce l'hai davvero ma devi essere tu a esprimerlo e non gli altri a mettertelo in testa come un distintivo perenne . Lei probabilmente cerca solo di essere premurosa con te ma, alla fine, rischi di diventare fastidiosa. Insomma, per come la racconti, mi sembra che abbia un po' troppi sensi di colpa . Anzi, perché non provi a dirglielo tu: “senti NON ROMPERE e piantala di sentirti in colpa”. È un passo difficile per te ma, se riesci a farlo, vuol dire che hai iniziato davvero ad accettarla. Così lei la pianta di guardarti come una vittima indifesa e tu, magari, di vederla come l'usurpatrice che, per di più, ti guarda male.