Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Feste > Pasqua > Chi ha inventato la colomba pasquale?

Chi ha inventato la colomba pasquale?

Stampa
Chi ha inventato la colomba pasquale?

Natale con il panettone. Pasqua con la colomba. Scopri perché questo dolce con la caratteristica glassatura alle mandorle è diventato il dolce simbolo della Pasqua, e quali ingredienti deve avere per essere chiamato così
 

La nascita della colomba pasquale ha, come molte ricette famose della nostra tradizione, una spiegazione leggendaria e una storica .
 

La leggenda vuole che l'origine della colomba risalga all'epoca longobarda, quando il re Alboino, durante l'assedio della città di Pavia, che durò circa tre anni e terminò proprio poco prima del periodo pasquale, ricevette in dono dalla popolazione del luogo un pane dolce a forma di colomba in segno di pace.

 

Un dolce... "riciclato"

Ma l'invenzione e commercializzazione della colomba di Pasqua così come la conosciamo oggi avvenne intorno al 1930 a partire da un'idea del pubblicitario Dino Villani che lavorava per una nota azienda dolciaria milanese e che pensò di lanciare sul mercato un dolce tipico per Pasqua, risparmiando. Come? Semplice: pensò di "riciclare" lo stesso impasto dei panettoni e i macchinari utilizzati per la produzione del dolce natalizio. L'innovazione del dolce fu la sua forma (quella di colomba, da sempre simbolo pasquale) e la superficie rivestita con glassa all’amaretto e mandorle. Inutile dire che fu un successo

 

Cosa deve per forza avere

 

Nel 2005 il Ministero ha stabilito gli ingredienti che non devono mancare in una "vera" colomba. Per esempio deve contenere burro e non altri tipi di grassi, deve essere prodotta con determinati tempi di cottura e ricoperta con un tipo particolare di glassa, che può essere diversa a seconda delle varianti. Se non soddisfa tutte queste direttive ministeriali il dolce non può essere commercializzato come "colomba" ma solo come "dolce pasquale".