Il Grinch è un personaggio che nasce dalla mano del Dr. Seuss, scrittore e fumettista statunitense di origini tedesche. Nel 1957 pubblica un racconto illustrato scritto in rima in cui presenta questo strano individuo che odia il Natale con tutto se stesso. In realtà, il messaggio di fondo dell’autore è la protesta contro la commercializzazione del Natale, infatti il Grinch si ciba di zuppa di cipolle e scarti alimentari a indicare il consumismo che impera durante il periodo natalizio.

Alcune curiosità sul Grinch

  • In origine Dr. Seuss aveva disegnato le illustrazioni in bianco e nero, con lievi sfumature di rosso e rosa. Nel tempo, è diventato verde da una idea di Chuck Jones, regista del cartone animato omonimo, uscito nel 1966. Come lui stesso ha rivelato, ha scelto quel colore per il Grinch, dopo aver noleggiato un’auto verde, per fare un viaggio da Washington a Baltimora, e il suo colore era così brutto che ne era rimasto colpito.
  • Nel 2000 esce il live-action dedicato a questo “yeti” allergico al Natale, per la regia di Ron Howard (siete troppo giovani per ricordarlo ma lui è stato anche un attore di una famosa serie tv degli anni ‘80 Happy Days!) in cui si può vedere un Jim Carrey/Grinch davvero divertente. Per l’attore è stato molto impegnativo interpretarlo perché doveva sottoporsi a diverse ore di make-up di scena e la tuta pelosa che ha dovuto indossare per tutto il tempo, era una vera e propria tortura. Nonostante ciò, è riuscito, come affermano critica e pubblico, a dare una interpretazione del Grinch indimenticabile.
  • Diventato, ormai, il simbolo per eccellenza legato a chi non sopporta il Natale è anche un modo dire molto diffuso. “Sono un grinch”, infatti, viene usato spesso da chi vorrebbe chiudere gli occhi e svegliarsi dopo la Befana.

Chi è il Grinch

  • Vive in una grotta in cima al monte Briciolaio, sopra il paese di Chinonso con l’unica compagnia del suo cane Max.
  • Ha un carattere burbero e il suo cuore è “due taglie più piccolo”.
  • Durante la vigilia di Natale distrugge ogni decorazione che incrocia sulla sua strada e non vuole nemmeno vedere l’ombra di un albero addobbato o non sopporta la vista di quelle fastidiose lucine lampeggianti. Ma ci sarà chi riuscirà a scaldare il suo animo raggrinzito e che gli permetterà di vedere il vero spirito natalizio fatto di piccoli gesti, buoni pensieri, amore e semplicità.
  • A chi non ha mai letto il racconto o visto il cartone animato e il film non vogliamo svelare tutto il finale. Sarebbe bello condividere questa strana avventura in famiglia per trascorrere insieme momenti spassosi.

E Buon Natale a tutti, anche da parte del Grinch!

This post was last modified on 27 dicembre 2023 16:17

Share

Recent Posts

Se non credi in te, chi lo farà?

Lo psicopedagogista Stefano Rossi nel suo ultimo libro si rivolge direttamente ai ragazzi, per aiutarli…

24 aprile 2024

Maratona di Londra 2024: tra record e curiosità

Una corsa storica con costumi da urlo: La Maratona di Londra 2024 uno spettacolo di…

23 aprile 2024

Il 23 aprile è la Giornata Mondiale del Libro (e delle rose)!

Cosa c'entrano le rose con una giornata dedicata alla lettura? Scopriamo insieme le origini ed…

23 aprile 2024

Proteggiamo la nostra casa: il 22 aprile è la Giornata della Terra

Nella giornata dedicata alla causa ambientale, iniziative ed eventi sparsi per il mondo ci chiamano…

22 aprile 2024

21 aprile 753 a.C: la Fondazione di Roma

Il 21 aprile si celebra il "compleanno" della Città Eterna, un evento a metà tra…

22 aprile 2024

Perché il 25 aprile è Festa della Liberazione d’Italia?

Il 25 aprile è la festa della Liberazione. Ma da che cosa? Perché facciamo festa?…

22 aprile 2024
Loading