Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Feste > Le 13 cose che non sapevi sul Capodanno

Le 13 cose che non sapevi sul Capodanno

Stampa
Le 13 cose che non sapevi sul Capodanno
Shutterstock

Capodanno non è solo cenoni e fuochi d'artificio: ecco 13 "pillole" sull'ultimo giorno dell'anno!

1- Mr.Ok

L'usanza di salutare l'anno nuovo con un tuffo nel Tevere risale a Rick De Sonay, italo-belga che nel 1946 si gettò nel fiume in costume da bagno e cappello a cilindro! Al termine dell'impresa, ripetuta per molti anni, faceva segno con la mano di stare bene, cosa che gli valse il soprannome di Mr. Ok.

2 - Usanza romana

Anche nell'antichità si festeggiava Capodanno, ma non il 1° gennaio. La scelta di fare iniziare l'anno nel mese dedicato al dio Giano (gennaio, appunto) si deve alla riforma del calendario voluta da Giulio Cesare nel 46 a.C. Prima di allora, a Roma, Capodanno cadeva il 1° marzo.

Giulio Cesare
Giulio Cesare
Credits: Shutterstock

3 - Capodanni storici

Tra i capodanni da ricordare c'è quello del 1785: nasce la prima edizione del Times. Il 1° gennaio 1863 Lincoln decreta l'abolizione della schiavitù, mentre il primo giorno del 1948 entra in vigore la Costituzione italiana. Infine, nel 1983 la rete Arpanet passa al protocollo IP: nasce Internet.

4 - Botti di fine anno

Che Capodanno è senza fuochi d'artificio? I primi a usarli furono i Cinesi, che li hanno inventati intorno all'ottavo secolo dopo Cristo. In Europa arrivano nel XIII secolo e si usano per festeggiare le vittorie militari. Ma prima che si diffondano davvero, bisogna aspettare la metà del Seicento.

Fuochi d'artificio

5 - Fuochi...sbiaditi

A proposito di fuochi d'artificio, sapevate che i primi erano “in bianco e nero”? La colorazione, infatti, si ottiene aggiungendo dei sali alla polvere pirica, come il cloruro di potassio, ma fino alla metà del Settecento nessuno ci aveva pensato!

6 - Chi festeggia per primo? E per ultimo?

Il primo posto nel mondo dove sorge l'alba è l'isola di Kiribati, in Oceania: i suoi abitanti, quindi, sono i primi a festeggiare Capodanno. Gli ultimi sono invece quelli delle Samoa Americane, dove l'anno nuovo arriva 23 ore dopo!

7 - Capodanno in orbita

E nello spazio, quando si festeggia? Un bel problema per gli astronauti della Iss, che ogni giorno vedono sorgere e tramontare il sole 16 volte! Ma si risolve facilmente: si brinda alle 00:00 UTC, fuso orario che corrisponde a quello di Greenwich e tempo ufficiale della stazione spaziale.

8 - Dubai

Se volete un Capodanno scoppiettante, andate a Dubai: i festeggiamenti del 2014 sono entrati nel Guinnes dei primati, con circa mezzo milione di fuochi artificiali sparati in sei minuti. Lo spettacolo pirotecnico, che ha illuminato a giorno 94 km di costa, ha richiesto dieci mesi di progettazione.

Fuochi d'artificio a Dubai
Fuochi d'artificio a Dubai
Credits: Shutterstock

9 - Baci propiziatori

Il bacio più benaugurante? A mezzanotte, sotto un rametto di vischio. Per la mitologia scandinava, le sue bacche sono le lacrime versate dalla dea Frigg per la morte del figlio Balder, ucciso da una freccia di vischio. Balder però tornò in vita e per la felicità lei baciò chi passava vicino alla pianta.

10 - Mutande rosse

A proposito di riti scaramantici, l'usanza di indossare biancheria intima rossa avrebbe a che fare addirittura con l'antica Cina. Per il folclore orientale, infatti, il rosso è il colore che spaventa Niàn, mostro divoratore di uomini che a Capodanno esce dalle profondità marine.

11 - Capodanno buddista

In Thailandia si festeggia il Capodanno buddista (Songkran), che cade verso la metà di aprile. Secondo la tradizione locale, l'acqua lava via la cattiva sorte e così per tre giorni, tutti si riversano nelle strade armati di secchi, pompe, pistole ad acqua per innaffiare chiunque gli si pari davanti!

12 - Il primo ultimo dell'anno

Il primo Capodanno della storia? Il 1° gennaio del 4713 a.C. In realtà si tratta di una data teorica, indicata nel '500 dallo storico Giuseppe Scaligero come base per calcolare il tempo intercorso fra le diverse osservazioni astronomiche, senza dipendere dai diversi calendari via via in vigore.

13 - "Festeggia, capra!"

A Capodanno gli abitanti di Mănăstirea Humorului, un villaggio della Romania, si vestono da... capre, simbolo di fortuna e ricchezza. In Mongolia si organizzano gare di lotta libera, mentre a Stonehaven, in Scozia, gli uomini in processione facendo roteare sopra la testa palle infuocate.

ULTIME NEWS
Il furto della Gioconda
Condividi
Museo Nazionale d’Abruzzo
Condividi