Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Feste > Halloween > Halloween in Italia e nel mondo: i segreti di una festa che ci appartiene (anche se non lo sappiamo)

Halloween in Italia e nel mondo: i segreti di una festa che ci appartiene (anche se non lo sappiamo)

Stampa

Halloween, la festa più diffusa al mondo è alle porte e si annuncia quest’anno più elettrizzante, folle e divertente che mai. Vi chiedete perché?

Quale altra ricorrenza permette di travestirsi da streghe, fantasmi, zombie, vampiri e girare di notte indisturbati per nelle città del pianeta, da Hong Kong a Tokyo, da Sidney a Venna, da Roma a New York per scacciare gli spiriti cattivi? Quale altra festa vanta due autoproclamate capitali mondiali (le città di Salem e Anoka negli Stati Uniti), una band musicale (il gruppo metal di Amburgo Helloween) e autorizza a mangiare tonnellate di dolci in una volta sola? Solo Halloween, la festa più spaventosa e divertente dell'anno!

E pensare che, contrariamente a ciò che pensa la maggior parte delle persone, non è una moda recente, o importata dagli Stati Uniti.

La ricorrenza di Halloween (in inglese antico All Hallows’ Eve, cioè la sera prima della festa di Tutti i Santi) è infatti nata in Irlanda più di 2000 anni fa, e risale alla festa celtica di Samhain che celebrava la fine della stagione dei raccolti e la notte in cui lo spirito degli avi sarebbe tornato sulla Terra. Una ricorrenza che è emigrata oltreoceano grazie ai coloni inglesi ed è sbarcata negli Stati Uniti, dove è diventata poi una festa popolare di massa.

LA SCIENZA DICE CHE...

Ma c’è un’altra cosa che forse non tutti sanno: lo spirito di Halloween è contagioso. E gli esperti forniscono una spiegazione scientifica al suo irresistibile fascino. Per cominciare, la “notte delle streghe” è una festa liberatoria, anarchica, che per un solo giorno sovverte tutte le regole. Inoltre, il suo lato horror-macabro ci fa bene, perché permette di guardare alle cose che ci terrorizzano in modo ironico, distaccato e senza pericoli. Quindi, dateci sotto e gustatevi le cose più incredibili che vi aspettano.

Se, invece, l’idea di festeggiare vi spaventa, fate attenzione, potreste soffrire di Samhainofobia, cioè “l’intensa e persistente paura di Halloween”. Allora si, che c’è da preoccuparsi!

C'ERA UNA VOLTA HALLOWEEN

Pensate che Halloween sia un’invenzione americana? Sbagliate. Zucche e travestimenti horror sono ben radicati nel folklore di molte regioni. Da secoli, in Puglia, la vigilia di Ognissanti si festeggia con zucche decorate (“cocce priatorje”) e davanti casa si accendono falò per illuminare la strada alle anime del purgatorio.
Intagliare zucche a forma di teschio, nella convinzione che quella stessa notte i morti escano dalle tombe, travestirsi da figure spaventose è una tradizione secolare in Friuli, Veneto e Abruzzo. E se in Calabria, a Serra San Bruno, un’usanza vuole che i ragazzini bussino alle porte dei vicini sussurrando “Mi lu pagate lu coccalu? ” (“Me lo pagate il teschio?”) in Sardegna, a Ogliastra e nel Nuorese, i bambini chiedono cibo e denaro sussurrando "Carchi cosa pro sas animas" ("qualcosa per le anime”)?

A NEW YORK LA PARATA DA RECORD

Non mancate la più grande parata di streghe del mondo: è la Village Halloween Parade, a New York che vedrà sfilare 50.000 persone davanti a più di 2 milioni di spettatori. Imperdibile, a poca distanza, anche la Halloween Dog Parade, la sfilata di cani in maschera. Ma i nostri amici a quattro zampe apprezzeranno?

ZUCCA DA RECORD

La zucca contro gli spiriti maligni è d’obbligo a Halloween. Al tempo dei Celti era una rapa, quando i primi coloni inglesi migrarono in America le sostituirono con le zucche. Ma a Napa Valley, in California, è tutto da record. Sia la zucca (921 chili), che il lungo serpentone che ne mette in fila in tutto 1510.

DOLCETTO O SCHERZETTO

L’usanza di mascherarsi e bussare ai vicini in cerca di dolci è antica: risale alla tradizione cristiana di chiedere offerte in cambio di preghiere per i defunti. Ma ora si esagera! A fine serata, si calcola, ogni “questante” si spazzola in dolcetti vari 7000 calorie, l’equivalente calorico di 66 banane!

L'OSCAR DEGLI SCHERZI

Morti che spuntano dal terreno o dal water, scheletri sulle panchine, agguati finti risalgono alla leggenda millenaria secondo la quale la notte del 31 ottobre gli spiriti dei defunti escono dalle tombe per terrorizzare i vivi. L’Oscar degli scherzi macabri (in inglese scary pranks)? Al Brasile dove è diffusa l’abitudine di girare candid camera "cattivelle" che poi spopolano sul web.