Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Feste > Carnevale > Carnevale | Alla scoperta dei più strani e alternativi d’Italia

Carnevale | Alla scoperta dei più strani e alternativi d’Italia

Stampa
Carnevale | Alla scoperta dei più strani e alternativi d’Italia

Quattro Carnevali diversi, tra i più strani, di cui forse non hai mai sentito parlare. Ma tutti made in Italy. Guardali nella fotogallery!

Il Carnevale è una festa cattolica e cristiana ma in realtà il carnevale ha origini lontanissime. Ciò che lo distingue da altre feste è il mascheramento e lo scherzo e, spesso, è caratterizzato da parate in cui sfilano carri con elementi giocosi e fantasiosi Ho scovato per voi 4 carnevali veramente strani e voglio raccontarveli. Eccoli.

 

Carnevale ladino (TN)

Si festeggia in Val di Fassa, nella provincia di Trento.  Il giorno d'inizio è quello di Sant’Antonio Abate (17 gennaio). Scorrono per le vie dei carri allegorici e si organizzano eventi e teatro in piazza. Tipici del carnevale in Val di Fassa sono i nastri colorati del Bufon e del Laché e le Facères, tipiche maschere in legno realizzate dagli artigiani della zona. Il Bufòn ha un grande naso da cui pende una bottiglietta o un fiaschetto  di vino  e il cappello a cono ed è un racconta storie, il Laché apre il corteo mentre i Marascòns agitano i campanacci in bronzo annunciando il loro arrivo.

 

 

Carnevale di Ivrea (TO)

Il Carnevale di Ivrea è conosciuto per le battaglie delle arance che si tengono ogni pomeriggio, durante tutto il corso del periodo, una vera rievocazione della ribellione popolare alla passata tirannia medievale.
Nella battaglia, il popolo, rappresentato dagli aranceri a piedi sprovvisti di qualsiasi protezione, combatte a colpi di arance contro le armate del Feudatario , rappresentate da tiratori su carri trainati da cavalli , che indossano protezioni e maschere che ricordano le antiche armature. A fine giornata  in tutte le strade di Ivrea  c'è un fiume di poltiglia di arance che colora   la città  e la profuma.

 

Carnevale di Offida (AP)

La provincia di Ascoli Piceno, a Offida, festeggia il Carnevale  rievocando la caccia a un bue, ricreato in cartapesta e portato a spalle da un paio di uomini fino al rito dell'uccisione . Il martedì grasso si conclude con la sfilata dei Vlurd : centinaia di uomini e donne mascherati, con lunghi fasci di canne accesi sulle spalle, arrivano in Piazza dove, come impazziti, corrono a cerchio intorno al falò, fino al suo spegnimento. Questo spegnimento chiude il periodo del Carnevale e porta via con sé la baldoria, le urla, i canti e la sregolatezza : comincia la quaresima.

 

Carnevale di Mamoiada (NU)

Il carnevale di Mamoiada è caratterizzato da due diverse figure: i Mamuthones e gli Issohadores. Senza di loro il carnevale di Mamoiada non avrebbe senso.  Quando la processione inizia, i Mamuthones si muovono su due file parallele, mentre gli Issohadores restano ai lati. I primi camminano lenti e curvi sotto il peso dei mille campanacci. A intervalli regolari danno un colpo di spalla che li fa suonare. Gli Issohadores più agili, gettano il laccio per tirare a sé dei prigionieri scelti tra la folla.  Insieme a questo spettacolo di grande suggestione ci sono i balli, banchetti con vino, dolci e cibo tipico della Barbagia

 

Clicca sul bottone per vedere la fotogallery dei Carnevali più strani del mondo!

 

ULTIME NEWS