Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Cos’è e a che cosa serve l’adolescenza?

Cos’è e a che cosa serve l’adolescenza?

Stampa

Molti di voi sono alle porte dell'adolescenza, la fase più delicata della crescita. Vi siete mai chiesti che scopo abbia, questo periodo, nell'evoluzione umana? Leggete questo articolo e scoprirete la risposta.

L'adolescenza, passaggio obbligato per tutti, attraversa gli anni che vanno dai 13 ai 19, durante i quali si cresce molto in altezza, si scopre la sessualità e soprattutto si definisce la propria personalità. Questa fase ha un ruolo ben preciso nella nostra evoluzione. Infatti,  l'improvvisa crescita fisica che ci rende a tratti un po' sgraziati e sproporzionati, tende a recuperare il tempo che l'organismo ha usato negli anni precedenti nel privilegiare la crescita del cervello, che ha dovuto apprendere abilità complesse come il linguaggio e le relazioni con gli altri.
L'evoluzione naturale, inoltre, ha fatto in modo di mantenerci piccoli e teneri il più a lungo possibile, dato che noi esseri umani diventiamo in grado di badare a noi stessi  dopo molti anni dalla nascita . Il nostro rimanere piccini a lungo permette ai nostri genitori di  mantenere vivo l'istinto di accudimento.

 

Le altre specie animali non hanno una fase di passaggio tra l'infanzia e l'età adulta

Che cosa è la famigerata “tempesta ormonale”  che si agita nella testa e nel corpo di ogni adolescente? 
Durante la pubertà (periodo di cambiamenti fisici attraverso i quali il corpo di un bambino diviene un corpo adulto in grado di riprodursi), gli ormoni
- in particolare estrogeni e testosterone - si attivano e provocano un'accelerazione della crescita, sia nello scheletro, sia nella muscolatura , sia nello sviluppo dei caratteri sessuali  diversificati tra maschi e femmine. 

 

Non solo: gli ormoni stimolano anche le aree emotive del cervello, favorendo i primi innamoramenti che, visto che non se ne ha esperienza precedente, possono risultare a volte addirittura traumatici. Il testosterone , poi, va a influire anche sull'amigdala, il centro cerebrale che genera sentimenti di paura e angoscia , e che pare sia alla base della maggiore aggressività che i maschi dimostrano in questo periodo. Gli estrogeni , invece, abbondanti nelle femmine, stimolano l'ippocampo , addetto alla memoria , il che renderebbe le ragazze più “sagge” e adatte a capire anche i più complicati rapporti tra compagni e compagne.

 

Alcuni studiosi non sono d'accordo con i concetti raccontati qui sopra e affermano che l'adolescenza è solo un rito di passaggio, puramente simbolico.
Voi cosa ne pensate?
ULTIME NEWS