Che cosa sono le emozioni

 Stampa
23munich-1220908_1280
Pixabay

Cosa sono le emozioni e come si manifestano. Da "Inside Out" ad alcuni libri che vi aiuteranno a scoprire le vostre emozioni

Chi tra voi ha visto “Inside Out” non può non ricordare la disputa tra Gioia e Tristezza, due delle emozioni che insieme a Paura, Rabbia e Disgusto governano la mente di Riley, la bambina di 11 anni protagonista del film Disney-Pixar del 2015.

A chi non ha ancora avuto il piacere di vederlo lo consigliamo caldamente perché il film, in maniera semplice e riuscita, spiega cosa sono le emozioni. Per tutti, comunque, abbiamo pensato di stilare – in maniera altrettanto semplice – una piccola guida sulle emozioni. Eccola qua.

 

Emozioni, una definizione

Facendoci aiutare da “Sapere.it” abbiamo scovato una definizione abbastanza comprensibile e completa della parola "emozione", che altro non è se non una “reazione psicofisica (che coinvolge sia il corpo sia la mente), piacevole o spiacevole, a eventi esterni e interni. Le emozioni sono insomma le risposte che ognuno di noi dà alle percezioni di differenti stimoli, sulla base anche della propria esperienza, e la scienza le divide in quattro diverse tipologie:

  • risposte fisiologiche, che alterano la frequenza respiratoria e cardiaca, la pressione del sangue o la pelle;
  • risposte tonico-posturali, come ad esempio la tensione o il rilassamento del corpo;
  • risposte comportamentali, ossia che incidono sul comportamento;
  • risposte espressive, a loro volta suddivise in mimico-facciali (con variazioni nella voce e nei gesti) e di tipo linguistico (che influenzano le scelte lessicali e sintattiche).
Che cos'è un'emozione

Senza entrare nelle discussioni tra diversi autori, un'ulteriore distinzione sulla quale sono tutti d'accordo è quella tra le emozioni di base e le emozioni complesse.

  • Le emozioni di base sono chiamate anche primarie o fondamentali e sono comuni agli uomini, nei quali compaiono fin da bambini, e agli animali più evoluti (alcuni dei quali, come i cani, addirittura riconoscono le nostre emozioni). Sono quelle legate alla sopravvivenza, alla possibilità di portare a termine le azioni intraprese e alla costruzione delle relazioni: di fatto, quelle citate in “Inside Out” cioè gioia, tristezza, paura e rabbia, cui si aggiungono sorpresa, disprezzo e disgusto.
  • ​Le emozioni complesse, o sociali, sono invece legate allo sviluppo della conoscenza e della società in cui si vive: si tratta di vergogna, senso di colpa, invidia o gelosia, tanto per citarne alcune.
Come si manifestano le emozioni

Per esprimere le emozioni di base utilizziamo la faccia, i gesti e la voce, con espressioni definite universali in quanto non dipendono dalla cultura alla quale apparteniamo: sono perciò un importante mezzo di comunicazione perché vengono condivise con chi ci sta accanto, tramite un codice che tutti possono interpretare.

Con il gioco delle emozioni, ad esempio, potrete “allenarvi” a tirare fuori le vostre emozioni in compagnia dei vostri genitori. Attenzione, però: quando un'emozione viene elaborata – principalmente per motivi culturali o personali – non spesso c'è una corrispondenza diretta tra l'emozione sentita e quella espressa. Ad esempio, a volte emozioni come la tristezza e la gelosia possono essere attenuate per trasmettere agli altri un'immagine migliore di se stessi.

Tre libri che parlano di emozioni

Sono tanti i titoli a voi dedicati. Ai più piccoli consigliamo per esempio “I colori delle emozioni”, in cui un divertente mostro dei colori ha mescolato le emozioni. Per ragazzi più grandi ci sono invece “Argh! Uffa! Urrà!”, guida colorata sul significato e l’importanza delle emozioni, oppure “L'Alfabeto delle emozioni”, in cui a ogni lettera corrisponde un'emozione da scoprire.

27 Luglio 2017 | Aggiornato il 12 Aprile 2018
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.