Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Che cosa è la bellezza?

Che cosa è la bellezza?

Stampa
Che cosa è la bellezza?

di Elisabetta Piselli

Luciana Littizzetto ha fatto un bellissimo monologo sulla bellezza  durante il Festival di Sanremo. L’ho ascoltato (un po’ in ritardo,  confesso..) qualche giorno fa. Il suo discorso, al primo ascolto, mi  era parso molto bello.
Se non l'hai visto eccolo qua


Ripensando al monologo però, mi sono sorte un po’ di perplessità.  Per esempio: Luciana dice che la nostra bellezza sta nel fatto di  essere tutti uno diverso dall’altro, che la Ferrero dovrebbe mettere  un bambino down a mangiare Nutella nelle pubblicità, che della  normalità fa parte un bimbo senza braccio e una donna sfigurata al  volto dall’acido...
Partirei dal bambino down . Se Luciana avesse qualche informazione in  più, saprebbe senz'altro che spesso e volentieri i down hanno  problemi di diabete, quindi... addio Nutella. Saprebbe che la gente  prova imbarazzo davanti a un volto sfigurato dall'acido, non sa dove  guardare, non sa come relazionarsi con una persone tanto marchiata. E  lo stesso accade davanti a qualunque tipo di disabilità . Perché,  anche se per due secondi il pubblico nella sala dell’Ariston ha  fatto di finta di dimenticarselo applaudendo a più non posso, a noi  non piace la diversità. Siamo degli esteti. Personalmente, invece,  non sto nemmeno a pensare che la bellezza stia nella diversità: penso  che la bellezza stia negli occhi di chi guarda . È uno dei miei detti  preferiti. La bellezza siamo noi a vederla, i nostri occhi. Già, gli  occhi... e i ciechi come faranno? I loro occhi non vedono. Allora,  forse, il detto va oltre al concetto di vista.

 

Guardate questa foto

Costanza , la ragazza che sta a sinistra, è cieca e la foto l’ha  voluta fare lei. Una foto che non vedrà mai. Ma ha voluto immortalare  un attimo di felicità . Costanza, oltre che essere cieca, ha grossi  problemi a deambulare: per muoversi su tratti medi, usa la carrozzina.  Lei non rientra in nessuna delle “categorie” elencate dalla  Littizzetto: non è down, non le manca un braccio e nemmeno una gamba,  eppure cammina parzialmente e non vede (per chi se lo stesse chiedendo, ha un  cervello perfetto!) e sinceramente non rientra nemmeno nei canoni di  bellezza hanno inculcato anche a me. Guardandola non viene proprio da  dire “che bella!!”.
Eppure. Eppure ai miei occhi Costanza è bellissima , come lo sono  tante delle persone che io frequento e che non sempre hanno tutte le  rotelle o tutti gli arti a posto. Come mai? Come faccio a vedere oltre  l’apparenza ? Faccio qualcosa che probabilmente nessuna delle persone  che ha applaudito la Littizzetto fa o avrà mai voglia di fare: le
rendo parte della mia vita. Le vivo, le frequento, le conosco, le  ascolto, le porto in giro, le coinvolgo nella mia vita e nei miei  pensieri.
Guardando quella foto, io veda una bellissima ragazza cieca sul lato  sinistro, che ha voluto fare una foto che non vedrà mai. E so che ha  voluto farla perché spera che io la guardi e che la veda sorridente  mentre mi abbraccia felice. E allora mi rendo conto che la bellezza  vera sta negli occhi di persone come lei.

 

Secondo te che cos'è la bellezza?