Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Bullismo > Cyberbullismo, siti web e messaggi pericolosi: difendiamoci così

Cyberbullismo, siti web e messaggi pericolosi: difendiamoci così

Stampa

Internet è un luogo (virtuale) bellissimo e divertente. Ma anche pieno di pericoli. Scopriamo quali sono e come difenderci. Applicando 10 semplici regole e creando una password super-sicura.

Tutti noi passiamo ore collegati a internet . Magari non ci facciamo nemmeno più caso, ma quando mandiamo un messaggino con Whatsapp , guardiamo delle foto su un sito o su Facebook (se lo abbiamo) , chattiamo con i nostri amici focusini qui sul sito di Focus Junior siamo su internet.

 

E attraverso il nostro telefonino, o il tablet o il pc siamo esposti ai rischi della Rete : siti pericolosi che rubano i nostri dati personali e le password. Cyberbulli che compiono le loro malefatte coperti dall'anonimato (il loro, non il tuo!) del web, virus che impestano pc e telefonino e mandano tutto in crash .
Come difenderci? Ecco a voi le 10 cose da fare (o da non fare) per navigare in sicurezza . Dieci mosse semplici, ma efficaci, pensate dall'americana Sophos, una delle più grandi società al mondo che si occupa di sicurezza sul web.

 

Dieci cose da fare per essere sicuri sul web

1. Non postate testi, foto e video su internet senza riflettere bene prima di farlo . Una volta che lo avete fatto non potete essere certi che la persona o il sito a cui li avete mandati li tenga riservati. E spesso è impossibile controllare come vengono usati: le immagini pubblicate sui Facebook, su Twitter o su Instagram possono essere scaricate, modificate e riutilizzate in qualsiasi modo da chiunque.
Inoltre, ricordate che voi e i vostri genitori siete responsabili di fronte alla legge di ciò che che condividete sul web: perciò non pubblicate nulla che possa offendere ( insulti, commenti razzisti o discriminatori, bullismo ). 
2. Non date a nessuno l'indirizzo di dove abitate a meno che i vostri genitori vi abbiano dato il permesso prima. E se qualcuno dovesse proporvelo non accettate mai di incontrare qualcuno di persona e ditelo ai vostri genitori.
3. Mettete una password per proteggere cellulari e tablet e ricordatevi di bloccarli quando non li usate. Meglio ancora, attivate la funzione di blocco automatico dopo tot minuti. Tutti i cellulari e i tablet ce l'hanno.

 

4. Create una password sicura, è facile se seguite queste regole:
- non scegliete parole che esistono, non usate il nome della vostra squadra del cuore o del vostro gatto (sono facilissime da indovinare, specialmente se avete condiviso queste informazioni online). 
- la password deve essere di minimo 8, meglio se di 12 lettere
- create un mix di caratteri MAIUSCOLI/minuscoli e usate lettere, numeri e simboli speciali come % o $.
Un'idea è di scegliere una frase che vi piace (magari una poesia) e comporre la password usando le iniziali delle parole. Per esempio la prima strofa della poesia Mamma mia vado a scuola , di Germana Bruno:
Ciao mammina vado a scuola, 
scusa se ti lascio sola,
è già tardi e devo andare,
non ti devi preoccupare!

 

trasformata in password  questa strofa diventa una sigla di ben 26 lettere con due caratteri speciali (è, !):
Cmvassstlsègtedandarentdp!
Impenetrabile per uno sconosciuto,  facilissima per voi che conoscete la poesia a memoria!
- Scegliete  una password diversa  per ogni servizio web che usate. 
- Se ne avete molte e  fate fatica a ricordarle  potete usare un gestore di password: ce ne sono di gratuiti per telefono e pc (in Google scrivete gestore password gratis in italiano e spulciate tra i risultati)
Non archiviate le password sul computer e non ditele a nessuno . Tenere le password per sé è importantissimo! E ricordate di  impostare la domanda di sicurezza , utile per accedere ai vostri documenti se ve la dimenticate.

 

5. Quando ricevete un'email o navigate su un sito non cliccate sui link, salvo che siate sicuri di ciò  che indicano. Se non siete sicuri o vi sembra che ci sia qualcosa di insolito, chiedete l’aiuto di un adulto
6. Se vi arrivano messaggi strani ma che sembrano spediti dagli indirizzi di posta o Whatsapp dei vostri amici non apriteli prima di chiedere al mittente se ve lo ha spedito davvero lui. Un cybercriminale potrebbe aver rubato il loro indirizzo email e usarlo con cattive intenzioni. 
7. Quando avete finito di leggere le email scollegatevi sempre dal sito o dal programma che avete usato. Ricordatevi di farlo specialmente se lasciate incustoditi cellulare, tablet o pc.

 

8. Se i vostri genitori vi permettono di avere un profilo Facebook , non accettate la richiesta di amicizia da persone che non conoscete.
9. Rendete più sicuro il vostro profilo Facebook bloccandolo alle persone che non vi conoscono. In pratica, fate in modo che la vostra pagina sia visibile solo ai vostri amici, non anche agli amici degli amici ( cliccate sul lucchetto in alto a destra nella pagina e scegliete la voce “controllo della privacy”. Ogni tanto tornate a controllare le impostazioni, perché Facebook ha l'abitudine di cambiarle automaticamente ).
10. Infine, se avete dubbi ditelo subito! Se notate qualcosa di insolito mentre navigate o se dal sito vi viene chiesto di fare qualcosa di inconsueto, non fate nulla e chiedete aiuto a un adulto o a chi gestisce il sito.
Ricordate che è meglio proteggere il tablet e il cellulari dai pericoli della rete (virus, malware, criminali informatici). Se avete un modello Android potete scegliere un’app come per esempio la gratuita Sophos Mobile Security (su Google Play).