Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Bullismo > “Cacciabulli”, in webradio una rubrica per ragazzi fatta dai ragazzi!

“Cacciabulli”, in webradio una rubrica per ragazzi fatta dai ragazzi!

Stampa
“Cacciabulli”, in webradio una rubrica per ragazzi fatta dai ragazzi!

Il sabato e la domenica mattina, Radio24 ospita i ragazzi di radio Immaginaria, una web-radio interamente gestita da adolescenti per parlare di tempi importanti come la lotta al bullismo. Scopriamola assieme!

«LA PRIMA E UNICA RADIO DI ADOLESCENTI IN ITALIA, FATTA, DIRETTA E CONDOTTA DA NOI CHE ABBIAMO DA 11 A 17 ANNI. DEI CONTENUTI NESSUN ADULTO SI IMPICCIA; FACCIAMO E DICIAMO CIÒ CHE VOGLIAMO. ANDIAMO IN ONDA DA QUALUNQUE POSTO: DA UNA CAMERA DI UNA NOSTRA AMICA, DA UN GARAGE, DA UN PARCHEGGIO DI UNA DISCOTECA, DALLA STRADA, DAL PULLMAN.»

 

Quale migliore presentazione se non le parole scelte proprio dai ragazzi che hanno dato vita all'iniziativa? Questa è RadioImmaginaria, la radio dei ragazzi!

Adulti e ragazzi contro i bulli!

Come dichiarato nella presentazione della loro pagina web, i ragazzi di RadioImmaginaria vogliono trattare temi cari ai più giovani con i mezzi e le modalità degli adulti. Ecco perché questa web-radio è riuscita a ritagliarsi uno spazio su Radio24 per poter parlare della piaga del bullismo.

 

Ogni sabato dalle 7.30 alle 10 e la domenica dalle 8.30 alle 11.00 dunque, i ragazzi di RadioImmaginaria avranno uno spazio gestito direttamente da loro all'interno del programma "Si può Fare" di (Alessio Maurixi e Carlo Gabardini) per dare voce a chi ha subito o è stato protagonista di storie di bullismo.

 

Cacciabulli (questo il nome del programma), è dunque un momento per ascoltare senza intermediazioni il punto di vista dei diretti interessati riguardo le “ordinarie” storie di bullismo che troppi ragazzi sono costretti a subire.

 

C'è spazio anche per le storie di adolescenti che, magari senza rendersene conto si trasformano in bulli, gestendo con la violenza le difficoltà tipiche di questa età. 

 

Una visione a 360 gradi per comprendere le diverse visioni di vittime e "carnefici", così da chiudere un cerchio di attualità che deve essere immediatamente e radicalmente cambiato.

Che te ne pare? Non ti sembra un'ottima idea per contrastare il bullismo? Di' la tua!