Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Sono un grillo

Sono un grillo

Stampa

Quando cammino saltello sempre, come un grillo, infatti la nonna mi paragona a una farfalla che vola e si poggia sui fiori. Poi, quando ripeto storia o geografia, devo camminare in continuazione e non riesco a stare fermo, quasi la maestra è costretta seguirmi per tutta la classe. Che dici è grave? Giampaolo

Andrea dice che...

No, non è grave: secondo me sei solo un po’... peripatetico. Calma: non è un insulto! Vuol dire che ti piace ragionare stando in movimento, proprio come si dice facesse il filosofo Aristotele, che teneva i suoi discorsi passeggiando sotto i peripatoi, cioè i colonnati del Liceo di Atene (peripatetikos in greco antico significa proprio errante, in movimento). Ed è quello che proverei a dire anche alla prof o a tua mamma quando ti inseguono disperate: “Ma’, dai, non rompere: sono peripatetico!”. Okkio, però, che loro non siano ceffonetici. E un’altra celebre, antica, scuola filosofica che si opponeva alle teorie di Aristotele in maniera radicale. Più che i piedi, loro, preferivano muovere le mani. Ed erano specializzati nell’acchiappare le farfalle e tarpar loro le ali. Cerca di non farti catturare.