Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Come si fa ad andare d’accordo?

Come si fa ad andare d’accordo?

Stampa

Nuovo anno scolastico e nuova classe, probabilmente nuovi insegnanti e, forse, anche alcuni nuovi compagni. Ecco come possiamo agire e pensare per evitare conflitti e stress eccessivo che magari ci fanno... litigare!

La filosofa francese Simone de Beauvoir sosteneva che “nessun gruppo si proclama Unico senza mettersi contemporaneamente contro l’Altro”.

 

Voleva dire che, quando ci sentiamo parte di un gruppo (come la squadra di pallavolo o la compagnia di amici che frequentiamo), possiamo tendere a sentirci naturalmente superiori agli altri gruppi perché, anche se non conosciamo personalmente chi ne fa parte, lo giudichiamo attraverso dei pregiudizi.

 

Per questo è molto importante anche ciò che diceva i filosofo britannico John Stuart Mill: «colui che sa solo la sua versione dei fatti sa ben poco».

 

Intendeva dire che, quando succede qualcosa (per esempio un litigio), per capire davvero come sono andate le cose bisogna ascoltare il punto di vista di tutti: non basta solo il nostro!

E ancora: per il pensatore spagnolo José Ortega y Gasset «per vivere insieme ci vuole la volontà di farlo».

 

Altrimenti è molto difficile perché, per stare bene con gli altri, bisogna essere capaci di con-dividere ciò che si possiede e di co-operare, cioè lavorare insieme per uno scopo che interessi tutti.

 

E, soprattutto, bisogna essere convinti che, come sosteneva anche il grande filosofo tedesco Immanuel Kant, l’unione con gli altri ci darà più vantaggi che lo stare da soli.

Cosa ne pensi? Secondo te basta applicare queste regole
per non litigare?
ULTIME NEWS