Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Sos adolescenza

Sos adolescenza

Stampa

Caro Andrea, perché nell’adolescenza siamo sempre nervosi, ci sentiamo brutti, diversi da tutti, incompresi?     Scienzina

Andrea dice che...

Cara Scienzina, da un punto di vista “scienzino”, l’adolescenza è quella “fase di transizione psicologica tra l’infanzia e l’età adulta che inizia dopo la pubertà, cioè quell’altra fase di cambiamento in cui il corpo di un bambino diventa un corpo adulto capace di riproduzione”. È un po’ come se prima cambiasse il corpo e poi tu, più lentamente, iniziassi ad accettare i cambiamenti finché, a un certo punto, ti ritrovi a pensare che, sì, in effetti sei adulto (di solito, lo capisci quando la smetti di lamentarti coi tuoi “perché ormai non sei più un bambino”!). Questo in teoria. In pratica, però... è un casino! Peli che crescono, nasi che si allungano, seni che spuntano... Altro che transizione: è una rivoluzione! Per questo, più che Wikipedia, per me è una frase di Lao Tse (se non sai chi è cercalo su... Wikipedia) che descrive meglio l’adolescenza: “quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla”. Ok, lo so che l’ho già usata ma rende l’idea. Il bruco, infatti, si sente brutto (in effetti assomiglia a un vermone), nervoso, diverso da tutti e incompreso perché pensa che quello che gli sta accadendo sia la fine del mondo. In realtà sta solo diventando una farfalla. Il punto è che non puoi spiegarglielo. Lo capisce solo quando la “mutazione” è finita.

 

ULTIME NEWS