Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > würstel e topi morti

würstel e topi morti

Stampa

Caro Andrea, a me piacciono tanto i würstel ma mia zia dice che sono fatti con i topi morti.
È vero? Francesca Cullen

Andrea dice che...

Ciao Francesca, anch’io “amo da morire” i würstel (cotti, crudi, con o
senza salse...) e, di solito, sono anche un amante della verità.
Esistono però misteri di fronte a cui la ragione vacilla e grandi
domande a cui non si può dare una risposta certa. Tipo  “che cosa c’è
dopo la morte?” o, appunto, “di che cosa sono fatti i würstel?”. Tocca
avere fede e, come per tutte le cose ignote, man(eg)giarli con cura.
PS: l’iperbole è una figura retorica che consiste nell’esagerare la
descrizione della realtà. “Amo da morire i würstel”, ad esempio, è
un’iperbole. In realtà, non si muore per un würstel. E credo che anche
la storia dei topi morti della zia sia un po’ la stessa cosa (meglio
specificare che se no Wuberon de Wuberoni ci fa causa!).