Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > nonno party

nonno party

Stampa

Ciao Andrea, ho un piccolo problema: sono hippy. Lo so che dirai NON ROMPERE, ma ti chiedo
aiuto lo stesso perché sono stufa di vivere nel secolo sbagliato. Come faccio a parlare di musica coi miei amici se ogni volta che nomino il mio cantante preferito (John Lennon) storcono il naso? Ti prego non dirmi che la soluzione è cambiare, perché non voglio cambiare troppo! Già mi adeguo ad ascoltare musica schifida in gita, ma vorrei che imparassero a conoscere anche ciò che piace a me. Megghy96

Andrea dice che...

Ciao Megghy96, la soluzione è molto semplice: basta che ti presento...
Littlepolly! Cioè un’altra ragazza che, come te, è rimasta ferma al
Pleistocene e va matta per gruppi musicali come Queen, Bauhaus e
Spandau Ballet o telefilm come Happy Days. Insomma, tutte cose che
piacevano a me (più John Lennon e i Bauhaus che gli Spandau a dire il
vero) o a… tuo nonno! E qui arriva una seconda soluzione: se volete
socializzare di più e conoscere persone con i vostri stessi gusti
perché ostinarvi a frequentare i vostri coetanei quando c’è tutto un
mondo di arzilli vecchietti a disposizione? Alla prossima festa di
compleanno non invitate i vostri compagni di classe ma solo i loro
genitori (per far numero vanno bene anche vecchie zie e anziani
cugini): popcorn, patatine e, artrite permettendo, vai col rock’n’roll!
Secondo me, potrebbe anche essere divertente un nonno-party. Ma se
scoprite che non lo è... non è necessario che rinneghiate i vostri
gusti. Magari basta aggiornarli: da 30 anni a questa parte non ci sono
stati (con rispetto parlando) solo i Tokio Hotel! Di cose belle, ne
hanno fatte tante. Si tratta di scoprirle e, magari, condividerle con
chi ha la vostra stessa “lunghezza d’onda” senza per forza avere anche
la barba bianca.
Andrea