Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Giornalisti

Giornalisti

Stampa

Caro Andrea, puoi dirmi cosa bisogna fare per diventare giornalisti? Aryetta

Andrea dice che...

Cara Aryetta (ma vale anche per Machoman), al di là delle scuole (ce ne
sono in varie città d’Italia e bisogna avere una laurea per accedervi),
degli esami (bisogna farne uno dopo 18 mesi che sei assunto in una
redazione) e dei tanti modi possibili (alcuni, come me, hanno iniziato
facendo direttamente delle proposte ai giornali), per diventare
giornalisti credo che le cose più importanti siano altre. Diciamo che
devi scrivere un articolo sulle... palle. Apparentemente è una cosa
banale: sono tutte più o meno sferiche, rimbalzano… Sì ma: chi ha
inventato la prima? E perché quelle da tennis sono pelose mentre quelle
da basket rugose e con delle scanalature? E come si costruiscono? E
come fanno quelle “pazze” a rimbalzare così? E com’è possibile che in
alcuni Paesi usino i bambini per fabbricarle? E… Ecco, un giornalista
deve innanzitutto… ROMPERE le palle. Per prima cosa a se stesso: non
accontentandosi di quello che già sa e facendosi delle domande. Poi
deve romperle agli altri per ottenere le risposte che cerca alle
domande che si è fatto. Poi, se ancora non ha capito, deve alzarsi e
andare a vedere con i suoi occhi. Poi, se ancora gli rimangono dei
dubbi, deve rompere le palle anche nel senso di smontarle per vedere
come sono fatte dentro. Poi, se ancora non è contento, deve tornare a
romperle a chi ne può sapere qualcosa, magari chiedendogli proprio
quello che non vuole sentirsi chiedere. E poi... be’ poi tocca
SCRIVERE. E anche questo non è facile. Perché non basta trascrivere ciò
che hai scoperto. Lo devi anche tradurre: in un modo per cui chi ti
legge possa capirlo. E lo devi fare con un numero di parole e di spazio
a disposizione limitato: tagliando e rimontando le frasi senza
innamorarti mai di quella che ti sembra perfetta (ce n’è sempre una
migliore!) finché non ottieni quello che vuoi o il direttore ti dice
“caccia il pezzo che la rivista deve uscire”. E qui viene la terza cosa
fondamentale per fare il giornalista: i GIORNALI! P