Donna Moderna
FocusJunior.it > Comportamento > Brutti caratteri

Brutti caratteri

Stampa

Caro (si fa per dire) Andrea ho un ENORME problema, ho un carattere abominevole, lo Yeti impallidisce di fronte a me. Faccio sempre la saputella, sono TROPPO schietta e dico tutto quello che mi passa per la testa: insomma ho il tuo stesso carattere! Come posso fare? Dolcenera

Andrea dice che...

Cara (si
fa per dire) Dolcenera, benvenuta (si fa molto per dire) nel club: se tu mi
presenti il peloso uomo delle nevi io ti faccio conoscere il mio amico Bronto e
insieme al dottor house si organizza il party degli asociali 2008-2009. Riuscirà benissimo: non verrà nessuno. Magari
si invita anche Tulipano '95, che però è un po’ più saggio (o saggia?) di noi.
Infatti scrive: “Molte volte ho riflettuto se il mio carattere fosse stato
troppo diretto e sincero! Sai, a differenza di quello che tutti forse pensano,
la sincerità con il passare degli anni ostacola e mette in tensione i rapporti
con la gente. I miei compagni di classe mi fraintendono molte volte... Come far
loro capire che si sbagliano e che comunque le cose che dico le faccio con
bontà e non con cattiveria?”. Ecco il punto è come. Qualcosa mi suggerisce che
dire qualsiasi cosa passa per la testa (tipo ma lo sai che c’hai l’alito di un
topo morto stamattina) non sia la strada migliore (anche se ha volte non riesci
proprio a trattenerti) e forse non c’entra nemmeno nulla con la sincerità. Non
è che devi far finta di essere un’altra persona. Però, allo stesso modo,
nemmeno gli altri possono farlo e se alla fine si incavolano per come fai non
puoi rompere per come sono loro! Quindi vedi tu. Magari si tratta solo di
cambiare un po’ rotta e stile.