Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Scoperta sulle Dolomiti la lucertola più antica del mondo

Scoperta sulle Dolomiti la lucertola più antica del mondo

Stampa
Scoperta sulle Dolomiti la lucertola più antica del mondo
Ipa-agency

In Alto Adige è stato trovato un fossile risalente al periodo Triassico: è la "madre" di tutte le lucertole!

La più lucertola più antica  del mondo si aggirava sulle Dolomiti dell'Alto Adige circa 240 milioni di anni fa.

Questa è la scoperta (o meglio, riscoperta) effettuata dai ricercatori dell'Università di Alberta (Canada) e del Museo delle Scienze di Trento - in collaborazione con il Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam di Trieste, il Centro Fermi di Roma ed Elettra - Sincrotrone Trieste - i quali hanno retrodatato di almeno 75 milioni di anni l'origine dei rettili squamati. L'intero studio è stato pubblicato su Nature.

La madre di tutte le lucertole

Il fossile che ha permesso una simile rilettura apparteneva ad una lucertola della specie Megachirella wachtleri, i cui resti erano stati ritrovati quasi 20 anni fa in Val Pusterla, ma che a causa dell'impossibilità di estrarre il reperto dalla roccia in cui si trovava non si era riusciti ad ottenere un'identificazione, né tantomeno una datazione precisa.

Le moderne tecnologie però hanno risolto il dilemma: gli scienziati  infatti sono stati in grado di eseguire una specie di scansione ai raggi X che ha virtualmente separato il fossile dalla pietra, consentendo così l'elaborazione di un modello in 3D dell'animale preistorico.
Grazie a questo modello è stato molto più semplice riconoscere le caratteristiche anatomiche della lucertola e risalire così alla sua posizione nella scala evolutiva.

Che scoperta!

La Megachirella, lunga tra i 20 e i 25 cm, è risultato dunque essere il più antico rettile sopravvissuto all'estinzione di massa che cancellò i dinosauri dalla faccia della terra, nonché la specie capostipite dei rettili squamati come l'odierna lucertola muraiola.