Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Perché gli stormi di uccelli quando volano formano una “V”?

Perché gli stormi di uccelli quando volano formano una “V”?

Stampa

Gli uccelli affrontano uniti in formazioni chiamate "stormi" ogni lungo spostamento e spesso durante il loro volo creano una grande "V". Come mai?

Hai mai visto uno stormo di uccelli volare? Sicuramente sì e di certo avrai notato che volano in un modo particolare, specialmente quando sta per arrivare l'inverno e volano per tornare a Sud. Quando fanno grandi spostamenti, infatti, volano sempre insieme e spesso creano nel cielo una forma particolare, quella della lettera "V".

Ma come mai? È forse un modo per comunicare con gli altri volatili? È un modo per indicare la via dai seguire allo stormo? Scopriamolo insieme...

FANNO...COME I PESCI

Proprio come i pesci , che si spostano sempre in banchi per ottenere una maggiore velocità (più sono a nuotare, più acqua spostano), anche gli uccelli non si lasciano sfuggire questa opportunità di ottenere il massimo con un minimo sforzo.

Il tipico volo a "V", infatti, è molto importante per sfruttare le correnti e quindi fare più strada senza consumare troppa energia.  Ogni uccello trae vantaggio, infatti, dal volo del compagno che lo precede. E l'uccello che fa da apripista? Naturalmente lui fa più fatica e periodicamente viene sostituito nel suo ruolo.

Si tratta di una vera e propria danza in aria grazie a cui gli uccelli possono ricoprire grandi distanze senza stancarsi troppo. La cosa più importante?  Il volo a "V" dimostra un grande senso della comunità e del gruppo;  ogni uccello deve, infatti, adattare il suo movimento a quello dei compagni e alle caratteristiche del proprio corpo.

Uno spirito di collaborazione ammirevole da cui trarre spunto per la nostra vita di tutti i giorni!