Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > I pappagalli sanno creare strumenti per facilitarsi la vita!

I pappagalli sanno creare strumenti per facilitarsi la vita!

Stampa
I pappagalli sanno creare strumenti per facilitarsi la vita!
Goffin Lab, University of Veterinary Medicine Vienna

Dei cacatua tenuti in cattività hanno dimostrato una sorprendente abilità nel modellare lunghe strisce di cartone che poi hanno utilizzato per raggiungere del cibo.

Fino a pochi anni fa, l'abilità di modellare materiali diversi per ottenere oggetti del tutto nuovi era considerata una delle caratteristiche principali che distingueva Homo Sapiens dal resto degli altri abitanti del nostro pianeta.

Negli ultimi decenni però gli scienziati si sono accorti non solo che diverse specie di scimmie erano in grado di realizzare strumenti piuttosto complessi con materie presenti nel loro ambiente, ma che anche altri animali, molto meno simili a noi, possedevano abilità analoghe.

Tra questi, ci sono anche i pappagalli!

Pappagalli "ingegneri"

La scoperta è stata compiuta nei laboratori di ricerca dell'Università Medica di Vienna, dove il team di scienziati coordinati da Alice Auersperg stava cercando di capire se alcuni pappagalli cresciuti in cattività fossero capaci di modellare piccoli strumenti utili a raggiungere uno scopo...facendo un po' meno fatica!

I protagonisti dello studio, sei bellissimi cacatua delle Tanimbar (o cacatua goffiniani), sono dunque stati forniti di alcuni pezzi di cartone da strappare a strisce per poter raggiungere piccole ricompense di cibo poste a distanze diverse e sistemate dietro una piccola porticina di vario spessore diverso.

Che cosa hanno fatto i cacatua?

Ebbene non solo i pappagalli hanno compreso che dovevano strappare col becco delle lunghe strisce dal foglio di cartone per raggiungere il cibo, ma si sono dimostrati anche capaci di "correggere" i loro errori tentativo dopo tentativo.

Quando infatti la striscia strappata era troppo corta per arrivare all'obiettivo, subito gli uccelli ne fabbricavano un'altra decisamente più lunga!

Al secondo tentativo, quasi tutti gli esemplari creavano strisce più lunghe del necessario. Gli esperti hanno ipotizzato che fosse una strategia per evitare rischi.
Credits: Shutterstock

A "fregare" i cacatua però è stato lo spessore dello spiraglio in cui infilare le striscioline: quando la porta era più stretta, solo un pennuto è riuscito a creare strisce sufficientemente sottili da passare attraverso la fessura.

Per i ricercatori il motivo di questo fallimento è da imputare alla tecnica utilizzata dai cacatua per fabbricare le strisce, la quale limita le possibilità di regolare lo spessore del pezzo di cartone.

Nei prossimi anni tuttavia verranno compiuti nuovi studi per valutare se l'utilizzo di materiali differenti possa aiutare i pappagalli a risolvere i loro "problemi di spessore".

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Plos One.