Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Che cosa è l’imprinting?

Che cosa è l’imprinting?

Stampa
Che cosa è l’imprinting?
Shutterstock

Conoscete la storia dell'oca Martina e di Konrad? È la storia che ha dimostrato al mondo che cos'è l'imprinting. E perché è così importante per gli esseri viventi.

Viene chiamata imprinting una forma di apprendimento che in alcune specie animali vertebrate avviene nei primissimi momenti di vita.

In particolare, i piccoli di cigni, anatre e oche, grazie al cosiddetto “imprinting” imparano a seguire sempre il primo essere vivente che vedono appena nati. Siccome di solito è la mamma, questi piccoli aumentano le proprie possibilità di sopravvivenza. La fase di imprinting, però, è molto breve: nell’anatroccolo si conclude ad appena 30 ore dalla nascita.

LORENZ E L'OCA MARTINA

Il termine "imprinting" fu ideato dall’etologo austriaco Konrad Lorenz (1903 - 1989), in seguito alle esperienze che, negli anni '40 del secolo scorso, fece con un’oca di nome Martina. Martina, quando uscì dall’uovo, vide come primo essere vivente proprio Lorenz. E così lo identificò come la propria mamma e cominciò a seguire lo studioso ovunque. Tutti i tentativi di riunire Martina alla vera mamma fallirono e Lorenz capì che l’imprinting è un fenomeno irreversibile. E fece da mamma (con la barba) a Martina.

Negli anni poi si riuscì a delineare le caratteristiche di dell'imprinting:

  • L'imprinting avviene solo in un determinato periodo sensibile, che varia da specie a speci. Quando questo periodo è trascorso, non può più avvenire
  • È irreversibile e ciò che viene acquisito rimane tutta la vita (e infatti Martina non ha mai più lasciato Lorenz, almeno fino al raggiungimento della maturità)
  • Il cucciolo che subisce l'imprinting riconosce nel primo soggetto che vede le caratteristiche della specie e non dell’individuo. Questo significa che Martina non riconobbe Lorenz in quanto individuo, ma in quanto essere umano e dunque aveva identificato l'uomo come specie affine.

L'IMPRINTING "FUNZIONA" CON TUTTI GLI UCCELLI?

Questo comportamento molto particolare non riguarda allo stesso modo tutte le specie di uccelli. Il cuculo, ad esempio, è noto per la particolare caratteristica di nascondere le proprie uova nei nidi altrui, facendo in modo che siano altri uccelli a covare al posto loro. Tuttavia, quando i pulcini di cuculo rompono il guscio - e quindi vedono come primo essere vivente un uccello estraneo alla sua specie - una volta cresciuto non ha problemi ha lasciare il nido e ricongiungersi con altri cuculi pur non avendone mai visto uno.

GUARDIAMO UN VIDEO D'EPOCA CON KONRAD LORENZ E LE OCHE

Collaborazione ai testi di Niccolò De Rosa

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche