Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Il salvataggio degli oranghi. Le toccanti foto della delicata operazione

Il salvataggio degli oranghi. Le toccanti foto della delicata operazione

Stampa
Il salvataggio degli oranghi. Le toccanti foto della delicata operazione

Le due scimmie erano malnutrite e malate. I veterinari hanno dovuto separare madre e figlio per poterli curare.

Trovati nella foresta del Borneo occidentale (Malesia, Sud Est asiatico ), i due esemplari di Orango Tango (madre e figlio) non avrebbero resistito a lungo. Erano visibilmente denutriti e la madre, (chiamata dal team di salvataggio mamma Nam e il piccolo baby Nam) non era nemmeno più in grado di procurare il cibo per il proprio cucciolo.
I veterinari del Centro di Cura del Borneo hanno quindi optato per una cattura controllata dei due animali, in modo da poterne organizzare il trasporto sicuro e salvar loro la vita.
Gli oranghi però sono abili arrampicator i e la madre non sembrava voler scendere dal suo rifugio in cima ad un albero. 
Si è ricorsi così ad un fucile tranquillante , che ha addormentato per qualche ora la tenace mamma Orango.
LA STORIA CONTINUA DOPO LA GALLERY

 

Il cucciolo non ne voleva sapere di lasciare la propria mamma!

 

 

Al momento di separare la famiglia però, il cucciolo ha commosso tutto lo staff medico per l'ostinato abbraccio con cui stringeva la madre addormentata.
Sembrava davvero di vedere un bambino aggrappato al grembo materno ( gli oranghi infatti, con il 97% di Dna in comune , sono gli animali più simili agli uomini). Dopo qualche delicato tentativo, le due scimmie sono state separate e trasferite ai centri di cura veterinaria, dove hanno ricevuto cibo e le dovute cure.
Una storia a lieto fine: i due Orango ora stanno bene!

 

Di Niccolò De Rosa