Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiositàCuriositàIl polpo in che modo cambia colore?

Il polpo in che modo cambia colore?

Stampa
Il polpo in che modo cambia colore?
Getty Images

Per sfuggire ai predatori, il polpo è il maestro dell'omocromia (il fenomeno per cui un organismo ha la stessa colorazione dell'ambiente in cui vive). Ma come fa a cambiare colore in modo così efficace? Leggi qui

Il polpo è davvero strano: ha un corpo morbido che può infilarsi attraverso minuscole fessure; otto braccia ricoperte di ventose che possono ricrescere; tre cuori che pompano sangue blu (ricco di rame ) nelle vene; ha un cervello a forma di ciambella che gli conferisce un'intelligenza superiore rispetto ad altri invertebrati (ha circa cinquecento milioni di neuroni, di cui duecento milioni sono dislocati nel cervello e tre la restante parte nelle braccia). Ma la caratteristica più impressionante  è senza dubbio la sua capacità di cambiare rapidamente colore e mimetizzarsi con l'ambiente circostante.

Cosa fa cambiare colore a un polpo?

È uno dei misteri della scienza. Per comprendere il processo, dobbiamo esaminare la sua pelle. La pelle di questi molluschi è costituita da una serie di cellule specializzate chiamate cromatofori. I cromatofori contengono pigmenti, come la melanina per il colore nero o bruno, le xantofille per il colore giallo o arancione e gli iridofori che riflettono la luce in modo iridescente. Queste cellule possono espandersi o contrarsi per modificare l'aspetto della pelle del polpo. È un'abilità che gli consente di sfuggire ai predatori e di nascondersi tra le rocce, i coralli o il fondale marino.

Come funziona il cambiamento del colore del polpo?

Il processo di cambiamento del colore inizia con segnali inviati dal sistema nervoso centrale del polpo ai cromatofori. Questi segnali attivano l'espansione o la contrazione dei cromatofori specifici, determinando così il colore e il “disegno” della pelle. Ad esempio, se il polpo vuole mimetizzarsi con un ambiente roccioso, attiverà i cromatofori bruni o neri per creare un'ombreggiatura simile.

Come fa a controllare così precisamente i cromatofori?

Studi recenti hanno dimostrato che il polpo possiede una vista incredibilmente acuta e che i suoi occhi sono in grado di rilevare anche lievi cambiamenti di colore e luminosità nell'ambiente circostante. Oltre ai cromatofori, il polpo possiede anche altri tipi di cellule specializzate nella sua pelle, come i leucofori (cellule bianche) e i cianofori (cellule blu). Queste cellule contribuiscono ulteriormente alla sua capacità di cambiare colore e di creare variazioni complesse.

Gli scienziati continuano a studiare...

Le ricerche su come il polpo cambia colore sono ancora in corso, e gli scienziati continuano a scoprire nuovi dettagli su questa affascinante capacità. Tuttavia, è chiaro che il polpo ha sviluppato una combinazione di meccanismi fisiologici, sensoriali e comportamentali che gli consentono di mascherarsi efficacemente nel suo ambiente naturale.

CATEGORY: 1