Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > La tigre, la potente regina d’Asia!

La tigre, la potente regina d’Asia!

Stampa
La tigre, la potente regina d’Asia!

La tigre è la grande predatrice asiatica, una vera macchina da caccia che però è stata a lungo vittima della caccia indiscriminata da parte dell'uomo. Scopri tutto quello che c'è da sapere su questo meraviglioso felino

Prima ampiamente diffusa in tutta l'Asia, oggi la tigre sopravvive con popolazioni relativamente stabili solo in Cina, Indonesia, Corea, Russia, India e nella regione himalayana.



Esistono 8 sottospecie di Panthera tigris presenti in una grande varietà di habitat che includono la foresta tropicale pluviale, i boschi di betulle e le paludi di mangrovie. Inoltre, questo felino sopporta temperature che oscillano dal caldo umido della giungla ai -40 °C della Siberia.



 



La pelliccia è di colore rosso-arancione, talvolta quasi bianco, ed è attraversata verticalmente da strisce nere. Le dimensioni del corpo variano considerevolmente tra le sottospecie: i maschi di tigre siberiana sono i più grandi, con una lunghezza record di 3,7 m e l'incredibile peso di oltre 420 kg. La sottospecie più piccola, invece, è quella di Sumatra con il maschio che misura 2,3 m e pesa 136 kg. In tutti i casi, le femmine sono più piccole.





Le tigri sono animali potenti, in grado di trascinare nel fitto della vegetazione una preda del peso di 700 kg. Hanno un collo muscoloso, spalle larghe e zampe anteriori massicce, ideale per agguantare le prede, che sono poi trattenute con gli affilati artigli retrattili.



Comportamenti


La tigre è un animale solitario e l'unico rapporto a lungo termine esistente è quello tra la madre e la sua prole.



 



È più attiva di notte, quando le sue prede, soprattutto gli ungulati, escono allo scoperto. Preferisce cacciare nella vegetazione fitta dove può nascondersi e seguire la vittima anche per km in attesa del momento propizio per sferrare l'attacco. Questo felino può saltare in lunghezza fino a 10 m, è un ottimo nuotatore che guada senza problemi i fiumi e un eccellente scalatore.





 



La coppia si forma solo per l'accoppiamento e, dopo circa 100 giorni di gestazione, nascono mediamente 2-3 cuccioli ciechi e indifesi, del peso di 780-1600 g. Per le prime settimane la madre cura la prole per la maggior parte del suo tempo, uno sforzo che la costringe a cacciare il doppio delle prede. Lo svezzamento avviene a 90-100 giorni e i piccoli iniziano a seguire la madre a circa 2 mesi di età, mentre a partire dai 5-6 mesi di vita partecipano alle battute di caccia. Fra i 18 mesi e i 3 anni d'età le giovani tigri sono pronte per lasciare la madre.



 



In natura questi felini vivono da 8 a 10 anni e si stima che muoiano soprattutto a causa della persecuzione umana. Fra loro comunicano attraverso segnali odorosi (rilascio di urina e feci), visivi (graffiano i tronchi e il terreno) e le vocalizzazione. Le prede elettive sono gli ungulati, che localizzano con il potente olfatto, ma anche con l'udito e la vista.



Tassonomia


Classe: Mammiferi

Ordine: Carnivora

Famiglia: Felidae

Specie: Panthera tigris

Stato conservazione: in pericolo (EN)