Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > Un uccello da record: lo struzzo

Un uccello da record: lo struzzo

Stampa
Un uccello da record: lo struzzo

È il pennuto più veloce nella corsa, più grande dalle uova più pesanti. Scopri tutto sullo strucco, un animale da primato che è minacciato dalla caccia dell'uomo!

Fino alla metà del ventesimo secolo, gli struzzi erano presenti in Asia sud-occidentale, nella penisola arabica e in Africa. Da allora, a causa della caccia, la loro distribuzione si è ristretta moltissimo e oggi sono presenti quasi esclusivamente nei grandi parchi dell'Africa sub-sahariana.

 

Lo struzzo è l'uccello dei record: è quello che corre più veloce (raggiunge picchi di 70 km/h), è il più grande (pesa quasi 150 kg) e depone le uova più pesanti (quasi 3 kg).

Non vola ma, grazie alle sue doti di velocista, riesce a sfuggire ai grandi predatori che abitano la savana arida, il suo habitat esclusivo. Le zampe sono lunghe e muscolose, è alto fino a 2,7 m ed è perfettamente adattato ai climi aridi, tanto che sopravvive per lunghi periodi senza bere. Il piumaggio del maschio è bianco e nero, mentre nelle femmine è grigio-marrone.

Pixabay
Riproduzione e comportamenti

Durante il periodo riproduttivo, che dura circa 5 mesi, lo struzzo forma dei gruppi misti composti dal maschio dominante e da 3-5 femmine. Il maschio sceglie la zona di nidificazione e si accoppia con tutte le femmine contemporaneamente. Ciascuna depone da 2 a 11 uova nello stesso nido, che è un semplice avvallamento nel terreno. Complessivamente, quindi, possono essere deposte da 10 a 40 uova. La cova si protrae per 42 giorni e occupa durante il giorno la femmina dominante e di notte il maschio.

Pochi giorni dopo la schiusa i pulcini lasciano il nido e cominciano a seguire il gruppo, che li protegge finché non diventano sufficientemente grandi da sfuggire ai predatori.

Mediamente uno struzzo vive 40-45 anni. Il resto dell'anno gli struzzi vivono in colonie anche di 50 individui, che pascolano spesso insieme a erbivori come le antilopi e le zebre.

Si nutrono principalmente di materiale vegetale e, talvolta, di cavallette. Per difendersi dall'attacco dei predatori come la iena maculata (Crocuta crocuta) e i felini, lo struzzo scappa a grande velocità e sferra potenti calci. Il principale predatore è sicuramente il ghepardo (Acinonyx jubatus), che corre ben più veloce di uno struzzo.

Tassonomia

Classe: Uccelli 
Ordine: Struthioniformes ?
Famiglia: Struthionidae
Specie: Struthio camelus
Stato conservazione: rischio minimo (LC)

ULTIME NEWS