Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > Alla scoperta del rinoceronte bianco. Un bestione da proteggere!

Alla scoperta del rinoceronte bianco. Un bestione da proteggere!

Stampa

Sotto perenne attacco dei bracconieri per il suo prezioso corno, il rinoceronte bianco è gravemente minacciato di estinzione. E' così raro che ormai è considerato estinto allo stato selvatico. Ecco cosa devi sapere su questo splendido animale così gravemente minacciato dall'uomo.

Sterminato per il suo prezioso corno, Ceratotherium simum oggi è gravemente minacciato dall'estinzione.

Il rinoceronte bianco del Nord (sottospecie C. s. cottoni), presente in Repubblica Centrafricana, Sudan, Zaire e Uganda, è considerato estinto allo stato selvatico, mentre la sottospecie del Sud (C.s.simum) sopravvive con circa 20mila individui, il 90% dei quali in Sudafrica e gli altri in piccole popolazioni reintrodotte in Botswana, Kenya, Mozambico, Namibia, Swaziland, Uganda e Zimbabwe.

L'habitat ideale del rinoceronte bianco sono le aree boscose inframmezzate dai pascoli aperti con zone paludose.

Delle 5 specie di rinoceronti esistenti, 2 africane e 3 asiatiche, C. simum è la più grande, arrivando a misurare 335-420 cm di lunghezza (senza la coda) e 150-185 cm di altezza alla spalla. Il peso oscilla fra 1440 e 3600 kg e il maschio è molto più grande della femmina. In entrambi i sessi sono presenti due corna, una delle quali, l'anteriore, raggiunge una lunghezza di 150 cm.

Un mammifero socievole

I rinoceronti bianchi sono quelli con il comportamento sociale più interessante.

Mentre le altre specie sono spiccatamente solitarie, tranne che nel periodo degli accoppiamenti e quando la madre alleva il figlio, Ceratotherium simum trascorre quasi tutta la vita dove è nato in piccoli gruppi formati da meno di 7 individui, perlopiù femmine con i piccoli e giovani maschi.

I combattimenti sono rari e, in generale, il rinoceronte bianco non è considerato un animale aggressivo, a meno che non venga disturbato o non senta minacciata la sua prole.

Ogni 2-4 anni, dopo una gestazione lunga 17 mesi, la femmina partorisce un solo piccolo che pesa circa 50 kg e già al terzo giorno di vita è in grado di seguire la madre. Lo svezzamento si completa entro 1-2 anni e, trascorsi altri 12 mesi, il giovane viene allontanato dalla madre, che così torna disponibile all'accoppiamento.

Il rinoceronte bianco, che vive mediamente meno di 50 anni, si nutre di erbe raccolte con il pronunciato labbro anteriore. Le gambe corte, la testa allungata e, appunto, il labbro sono adattamenti che permettono all'animale di raccogliere grandi quantità d'erba in un solo gesto. Quando non bruca, fa lunghi bagni di fango indispensabili per rinfrescarsi e tenere alla larga i fastidiosi parassiti.

Tassonomia

Classe: Mammiferi
Ordine: Perissodactyla
Famiglia: Rhinocerotidae
Specie: Ceratotherium simum
Stato conservazione: Prossimo alla minaccia (NT)

ULTIME NEWS