Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > L’otaria del capo, il leone marino!

L’otaria del capo, il leone marino!

Stampa

L'otaria, conosciuta anche come leone marino, è un affascinante animale acquatico che si posa sulla terraferma solo per riposarsi o accoppiarsi. Scopri di più con Focus Junior!

Arctocephalus pusillus è presente con due sottospecie: A. p. pusillus, che vive lungo le coste della Namibia e del Sudafrica occidentale, e A. p. doriferus, diffuso a Sud e Sud-Est dell'Australia.

In generale, questo pinnipede trascorre gran parte della sua esistenza in mare, senza mai allontanarsi troppo dalla terraferma dove seleziona le coste sabbiose con scogli. Nella specie è presente dimorfismo sessuale e i maschi sono più grandi delle femmine, mediamente 2,3 m di lunghezza e 200-350 kg di peso contro 1,8 m e 120 kg. Il loro pelo è grigio-marrone e molto folto, e aiuta l'animale a mantenere la temperatura corporea durante le lunghe permanenze in acqua.

Comportamenti

Quando si trova in mare l'otaria preferisce condurre una vita solitaria, ma sulla terraferma, dove si riproduce e alleva la prole, si riunisce in colonie anche molto numerose, che contano fino a 3000 individui. I maschi raggiungono per primi le coste e si contendono, anche con aspri combattimenti, i territori migliori.

Qui accolgono fino a 50 femmine con cui si accoppiano in modo esclusivo e che rappresentano il loro harem. Queste partoriscono un cucciolo l'anno e lo allevano da sole, godendo però della protezione del maschio, che pattuglia il territorio e tiene alla larga gli intrusi. Durante le prime settimane di vita del piccolo la madre non lo lascia mai da solo ma, in seguito, riprende periodicamente il mare per cacciare. Quando torna a riva emette un suono caratteristico che richiama diverse piccole otarie, fra le quali riconosce immediatamente il suo cucciolo. Prima che nasca un altro figlio, il giovane è svezzato e ha imparato a procacciarsi da solo il cibo.

Le otarie della specie A. pusillus si nutrono soprattutto di pesci ma anche di calamari, granchi e talvolta di uccelli marini. Oltre all'uomo, le otarie devono temere lo squalo bianco (Carcharodon carcharias) e l'orca (Orcinus orca).

Tassonomia

Classe: Mammiferi
Ordine: Carnivora ?
Famiglia: Otariidae
Specie: Arctocephalus pusillus
Stato conservazione: rischio minimo (LC)

ULTIME NEWS