Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > Il simpatico lamantino dei Caraibi

Il simpatico lamantino dei Caraibi

Stampa

I lamantini sono bestioni erbivori che, sebbene siano piuttosto solitari, non disdegnano le attenzioni dell'uomo, quando ne incontrano uno. Scopri di più su Focus Junior!

Trichechus manatus vive ai Caraibi nelle zone costiere come nei fiumi poco profondi, negli estuari e nei canali. Si adatta perfettamente sia all'acqua di mare, sia a quella dolce, ma preferisce rimanere dove la profondità è compresa fra i 3 e i 5 m.

La lunghezza media del corpo di un adulto è di circa 3 m, ma alcuni individui possono raggiungere i 4,5 m con la coda. Il peso oscilla tra i 200 e 600 kg e alcune femmine, che sono più grandi dei maschi, arrivano a pesare fino a 1.500 kg. Il corpo del lamantino è perfettamente adattato a una vita completamente acquatica e, pertanto, non ha gli arti inferiori. Esistono altre due specie di Trichechus, il lamantino africano (T. senegalensis) e il lamantino delle Amazzoni (T. inunguis), entrambe inserite nella lista rossa della Iucn come specie con stato di conservazione vulnerabile.

Comportamenti

I lamantini sono solitari, ma durante il periodo riproduttivo fino a 20 maschi possono concentrarsi nello stesso specchio d'acqua se è presente una femmina sessualmente ricettiva. La competizione e il corteggiamento portano i maschi a inseguire la compagna anche per una settimana o un mese, finché questa, sfinita, si concede.

Vivono mediamente 30 anni e solamente fra i 7 e i 9 anni di età le femmine sono pronte per riprodursi la prima volta. Danno alla luce un solo piccolo ogni 3-5 anni e se ne prendono cura ben oltre lo svezzamento, di fatto costituendo l’unica associazione stabile e a lungo termine all'interno della specie.

Dette anche “mucche di mare”, i lamantini sono erbivori e si nutrono principalmente di piante marine, arrivando a consumarne fino a 100 kg al giorno.

Tassonomia

Classe: Mammiferi
Ordine: Sirenia
Specie: Trichechus manatus
Famiglia: Trichechidae
Stato conservazione: vulnerabile (Vu)