Un anfibio nostrano: il geotritone italiano!

 Stampa
geotritone-italiano_01

Vive solo nel Bel Paese e ha un sacco di caratteristiche curiose. Scopri il geotritone italiano con Focus Junior!

Speleomantes italicus è una specie di geotritone endemica dell’Italia appenninica settentrionale e centrale che è diffusa dalle province di Reggio Emilia e Lucca al versante sud-est del massiccio del Gran Sasso, in Abruzzo.

 

Osservato tra gli 80 e i 1.600 m di altitudine, questo anfibio frequenta habitat molto diversificati fra cui boschi, prati con arbusti, zone rocciose, cavità ipogee naturali e artificiali, purché siano freschi e con un'umidità elevata, almeno del 70%.

Grotta, dolce grotta

È attivo principalmente di notte e predilige vivere all'interno di grotte oppure nelle fessure delle rocce e, in condizioni ambientali fresche, si può rinvenire anche sotto i cumuli di pietre, fra le radici e nelle cortecce marcescenti.

Il dorso è bruno scuro con chiazze che vanno dal marrone al rossiccio, mentre le parti inferiori sono presentano delle venature biancastre. Inconfondibili sono le zampe parzialmente palmate con le dita tozze e corte. Le femmine sono tendenzialmente più grandi dei maschi e, mediamente, il geotritone è lungo 7-10 cm.

Essendo privo dei polmoni, la respirazione avviene attraverso la pelle.

Il geotritone italiano vive principalmente nelle grotte, ma in particolari condizioni di temperatura e umidità esce anche all'aperto e sono stati osservati individui in caccia sugli alberi.

I picchi di attività si registrano in primavera e in autunno, quando le temperature sono comprese tra i 5 e i 15 °C.

Tendenzialmente sedentario e schivo, questo anfibio se disturbato può reagire acciambellandosi e poi distendendosi ripetutamente e arriva perfino a mordere. 

Che lingua!

Le sue prede sono piccoli invertebrati che cattura estroflettendo la lunga lingua viscosa e individua con l'olfatto, soprattutto nel buio delle grotte. I geotritoni hanno un comportamento sessuale singolare, anche se tuttora poco noto.

La fecondazione è esterna ed è totalmente svincolata dall’ambiente acquatico, pertanto avviene sulla terraferma. La femmina, dopo la deposizione, si acciambella attorno alle uova custodendole fino alla schiusa, che può avvenire anche dopo un anno.

Tassonomia

Classe: Anfibi
Ordine: Caudata
Famiglia: Plethodontidae
Specie: Speleomantes italicus
Stato conservazione: prossimo alla minaccia (NT)

03 Aprile 2014 | Aggiornato il 09 Agosto 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Conigli e gatti "gemelli": che teneri!
02 Dicembre 2017 
Condividi
Animali domestici davvero strani
22 Novembre 2017 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.