Donna Moderna
FocusJunior.it > Animali > Enciclopedia degli animali > Il bombo, l’amico impollinatore

Il bombo, l’amico impollinatore

Stampa
Il bombo, l’amico impollinatore

Un po' più "cicciotto" dell'ape, il bombo vaga tra i prati alla ricerca di polline utile per sfamare la sua colonia. Scopri di più con Focus Junior!

Bombus terrestris è la specie di bombo più diffusa in Europa ed è allevato commercialmente in Nuova Zelanda, Nord Africa, Giappone, Corea e Russia. Si incontra al margine dei campi e sui pendii soleggiati ma è un animale timido, che non si osserva molto di frequente.

 

Su tutto il corpo è presente una folta peluria vellutata e l'insetto è vivacemente colorato ad anelli neri, bianchi e gialli. Le regine sono grandi circa 22-27 mm e le operaie 14-22 mm. L'apparato buccale è modificato per consentire all'insetto di succhiare il nettare dai fiori e sono presenti 2 paia di ali.

I bombi sono poco aggressivi, ma le regine e le operaie sono dotate di aculeo e possono pungere. Questo, però, a differenza di quello dell'ape (Apis mellifera), non è seghettato e, quindi, non resta conficcato nei tessuti, causando la morte dell'insetto.

Pixabay
Comportamenti

I bombi sono insetti sociali che vivono in colonie costituite da centinaia di individui. L'organizzazione della colonia è basata sulla rigida divisione in caste: i riproduttori (femmine e maschi fertili) e le operaie (femmine sterili).

 

Il ciclo riproduttivo di B. terrestris comincia in primavera con l'uscita della regina dal ricovero sotterraneo in cui ha trascorso l'inverno. Si tratta sempre di una femmina che è stata fecondata prima del periodo di quiescenza iniziato nel tardo autunno.

La regina perlustra subito il terreno in cerca di un luogo adatto per costruisce la colonia, che è un agglomerato irregolare di celle dove sono allevate le uova. Spesso questo è collocato sotto le pietre oppure nella tana di qualche roditore fino a 1,5 m di profondità.

Quando le uova si schiudono, la regina nutre le larve che in poco tempo si trasformano in ninfe e poi in operaie, che hanno il compito di ingrandire il nido. In questa fase, la regina necessita ogni giorno di 3.000-6.000 fiori per soddisfare il suo fabbisogno energetico. Dalle covate successive, nascono i maschi e alcune femmine fertili e, in autunno, muoiono sia le operaie sia i maschi.

 

Solo le femmine fertili superano l'inverno e, in primavera, danno vita a una nuova colonia. I bombi sono animali impollinatori utilissimi per l'agricoltura perché favoriscono la riproduzione della piante.

Tassonomia

Classe: Insetti
Ordine: Hymenoptera
?Famiglia: Apidae
Specie: Bombus terrestris
Stato conservazione: non valutato (NE)